Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Tribunale di Istanbul conferma pene detentive per Demirtaş e Önder

Alla sentenza della Corte Europea per i Diritti Umani sulla liberazione di Selahattin Demirtaş la giustizia turca ha immediatamente reagito confermando la pena detentiva per il politico curdo e per Sırrı Süreyya Önder.

A settembre l’ex co-Presidente HDP Selahattin Demirtaş a Istanbul è stato condannato a quattro anni e otto mesi di carcere per „propaganda per un’organizzazione terroristica“. Il suo ex collega del gruppo parlamentare Sırrı Süreyya Önder nello stesso processo è stato condannato a tre anni e mezzo di carcere. Entrambi i politici hanno presentato ricorso contro la sentenza.

Oggi la condanna di Demirtaş e Önder è stata confermata nell’istanza superiore. Quindi le pene sono passate in giudicato.

La “controffensiva” annunciata da Erdoğan

Il 20 novembre la Corte Europea per i Diritti Umani nel caso Selahattin Demirtaş aveva condannato la Turchia per violazione dell’articolo 18 della Convenzione Europea sui Diritti Umani. Questo articolo vieta di mettere persone in carcere per motivi politici. Demirtaş e altri deputati dell’HDP sono in carcerazione preventiva da due anni.

Il capo di Stato turco Erdoğan dopo la proclamazione della sentenza aveva dichiarato di non considerare vincolante il pronunciamento della CEDU: „C’è molto che si può fare contro. Facciamo una controffensiva e risolviamo la questione.“

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...