Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

L’AKP continua ad esistere come sintesi di tutti i golpe

Il Congresso della società democratica ha rilasciato un comunicato e ha affermato: “ Coloro i quali hanno attuato il colpo di stato fascista del 12 settembre e coloro i quali lo hanno interiorizzato e adattato ad oggi, non possono evitare di rispondere alla nostra gente.”

Il Congresso democratico della società ha rilasciato una dichiarazione scritta e ha dichiarato: “ Nell’anniversario del colpo di stato fasciata del 12 settembre, una parte della storia di Turchia più scura e vergognosa, noi condanniamo coloro i quali hanno attuato questo colpo di stato.”

La dichiarazione prosegue: “Il colpo di stato del 12 settembre ha massacrato gli sviluppi del processo di democratizzazione con i processi, le esecuzioni, l’arresto di oltre un milione di persone e i crimini contro l’umanità commessi contro la stampa, i sindacati, le ONG le donne, i giovani ed il popolo curdo.”

Con la costituzione che hanno scritto sulla base dell’oppressione, la forza e la violenza e che hanno fatto approvare alla società, il colpo di stato si è riversato fino ad oggi.

Lo spirito del colpo di stato del 12 settembre è stato abbracciato dal fascismo AKP-MHP con le sue pratiche, politiche e costituzione. Il fascismo dell’AKP vuole continuare a come una sintesi aggiornata di tutti i colpi di stato, compresi quelli del 12 marzo e del 12 settembre.

Con questa consapevolezza e fiducia, condanniamo ancora una volta nel 39°anno del colpo di stato chi ha attuato il golpe fascista del 12 settembre e chi lo ha sostenuto.”

 

ANF

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...