Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Processo di Nusaybin: i prigionieri sono in pericolo di vita

Nell’udienza di ieri contro la resistenza di Nusaybin del 2015-2016 è stato liberato un prigioniero, la detenzione prosegue per altri prigionieri. Il processo è stato rinviato al 9 luglio. Il processo contro 50 attiviste e attivisti che sono stati arrestati nel contesto della resistenza di Nisêbin nel 2016 ieri è continuato a Mêrdîn (Mardin).

I prigionieri si trovano in pericolo di vita

Il processo è iniziato con la difesa di Resul Ergün. Ergün ha riferito che il 3 marzo nel carcere di Erzingan (Erzincan) è stato picchiato da quasi 50 guardiani. Tutti i prigionieri nelle carceri turche si troverebbero in pericolo di vita, così Ergün: „Questo non vale solo per me, tutti i prigionieri nelle carceri in Kurdistan e in Turchia sono in pericolo di vita.“

Ergün ha sviluppato ancora il suo intervento difensivo: „Siamo partiti dal fatto che la dignità umana vincerà contro la tortura e noi attraverso la resistenza. Abbiamo perfino ricevuto certificati dall’ospedale su quello che ci hanno fatto. Otto miei amici hanno ricevuto un rapporto del genere. Un amico è diventato sordo a causa delle violenze. Nonostante questo non è successo niente.“ Ergün ha concluso la sua difesa con le parole: „L’odore della libertà dal Rojava arriva fino a qui.”

Il tribunale impedisce la difesa

Poi l’attivista dell’MLKP detenuto Süleyman Göksel ha presentato la sua difesa e ha chiesto una vita degna di esseri umani per la popolazione. Ha chiesto: „Come può questo tribunale essere indipendente sotto l’ideologia dominante?“ Il giudice alla presidenza ha risposto “Questo lo hai già detto dieci volte, arriva al punto.“

L’avvocato Erdal Kuzu ha fatto notare che il prigioniero Mehmet Faruk Engin nel percorso dal carcere di Osmaniye al processo a Mêrdin è stato vittima di un attacco da parte del personale carcerario. Kuzu ha chiesto che la procura generale di Osmaniye ne venga informata e che ottenga le relative dichiarazioni.

Udienza principale rinviata al 9 luglio

Dopo le arringhe della difesa il processo è stato interrotto per un’ora. Poi è stata annunciato il rilascio di Azize Yıldırım e la prosecuzione della detenzione per gli altri prigionieri. Il processo è stato rinviato al 9 luglio.

 

anfdeutsch

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Iran

La Repubblica Islamica dell’Iran ha giustiziato un altro partecipante alle proteste nazionali scatenate dalla morte di Jîna Mahsa Amini. L’Iran ha impiccato finora otto...

Diritti umani

I corpi dei membri di YJA-Star Leyla Gülcü, Şekirnaz Kaplan ed Emine Kaplan, che hanno perso la vita nel bombardamento nella zona rurale del...

Donne

La politica arrestata Ayla Akat Ata, nel suo messaggio del 25 novembre, ha dichiarato: “Abbiamo qualcosa da dire, sappiamo che possiamo cambiare, ci riusciremo...

Turchia

La polizia ha attaccato la manifestazione del 25 novembre a Şirnex e ha arrestato i giornalisti Zeynep Durgut, Ömer Akın e Rozerin Gültekin e...