Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

7 giornalisti del quotidiano Özgürlükçü Demokrasi posti in detenzione

ISTANBUL – La polizia ha fatto irruzione nelle case dei giornalisti di Özgürlükçü Demokrasi, il quale è stato preso in consegna dai commissari designati dal governo e ha posto in detenzione sette giornalisti. La scorsa settimana la polizia ha fatto irruzione negli uffici del quotidiano Özgürlükçü Demokrasi e della casa editriceGün e 25 giornalisti del giornale sono stati posti in detenzione.

Poi i commissari sono stati designati al quotidiano e alla casa editrice. La scorsa notte, la polizia per operazioni speciali ha fatto irruzione nelle abitazioni di alcuni dipendenti del quotidiano. Secondo i rapporti ricevuti, gli editori del quotidiano Mehmet Ali Çelebi, Reyhan Hacıoğlu e Hicran Ürün, e i dipendenti Pınar Tarlak, Ramazan Sola e Nedim Demirkıran e l’ex dipendente del giornale Mehmet Beyazit sono stati arrestati.
Secondo quanto riferito, i giornalisti detenuti sono stati portati nel quartier generale della polizia di Istanbul in viale Vatan Avenue e un mandato di arresto è stato emesso per altri sette giornalisti.
JN
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...