Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Iniziative

Serata d’informazione Il dramma di Afrin – L’aggressione della Turchia contro i curdi della Siria- Bolzano

Lo scorso 20 gennaio la Turchia ha iniziato un attacco di terra conl’appoggio dell’aviazione contro il cantone di Afrin che è parte dellaregione autonoma del Rojava-Siria del Nord. Sono stati colpiti il centro della città di Afrin, alcuni villaggi e il campo profughi Rubar causando numerose vittime anche tra la popolazione civile. Diverse unità corazzate sono entrate ad Afrin e sono state respinte dalle unità di auto-difesa kurde. La situazione dei civili è drammatica. Afrin già prima di questo attacco era isolata dal resto del mondo, circondata dalla Turchia a Ovest e a Nord e dalle milizie radical-islamiste a Sud e a Est.

Erdogan ha affermato che vuole distruggere Afrin sopra le teste dei terroristi. Terroristi sarebbero tutti i curdi che hanno protetto la loro terra, che hanno accolto centinaia di migliaia di rifugiati siriani arabi, che hanno creato un sistema rispettoso delle minoranze. Erdogan vuole distruggere Afrin, cacciare i suoi abitanti e insediare altri gruppi. Ci troviamo di fronte a un’aggressione militare per realizzare una pulizia etnica. La Turchia attacca una regione che in tutti questi anni di guerra civile in Siria è stata relativamente tranquilla e stabile; la popolazione è stanca della guerra, tantissimi profughi delle
zone più colpite dai combattimenti si sono rifugiati in Afrin.

Qualche giorno dopo la nostra associazione si è rivolta con un appello urgente ai rappresentanti del Sudtirolo affinché si adoperino per la protezione di tutti i cantoni della regione kurdo-siriana del Rojava e venga fermato il terrore di stato turco ad Afrin. Il Sudtirolo si è mostrato solidale con l’auto-organizzazione democratica dei Kurdi e degli altri gruppi etnici. La mozione 663/16 “Solidarietà e sostegno alla popolazione e alle esperienze democratiche nel territorio di Rojava”, approvata il 15 settembre 2016 dal Consiglio Provinciale, sottolinea il diritto alla libertà, la sicurezza e l’autonomia dei curdi e degli altri gruppi di popolazione della regione Rojava. La mozione esorta la Giunta Provinciale “a operarsi per sviluppare iniziative di sostegno volte alla promozione e salvaguardia delle esperienze democratiche e autonomiste nel territorio di Rojava dentro la prospettiva di un paese libero, democratico, pluriculturale e pluriconfessionale”. La prima condizione affinché ciò sia possibile è la salvaguardia della sicurezza fisica e della vita delle persone e la pace.

Durante la serata informativa cercheremo di fare il punto della situazione, anche con alcuni video recentissimi dalla zona di guerra. Oltre ai relatori, interverrà Kamal Sido, kurdo di Afrin e referente per il Medioriente per l’Associazione per i popoli minacciati nella sede
centrale di Göttingen (D).

 

9 febbraio 2018, ore 20, Kolpinghaus, Bolzano

Intervengono: Giovanni Giacopuzzi, Mauro di Vieste, Thomas Benedikter

La serata è organizzata dall’Associazione Popoli minacciati e dal Centro Studi POLITiS e sarà tenuta principalmente in lingua italiana.

L’ingresso è libero.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Iniziative

Venerdì 17 Maggio Ore 10:00: “Noantri curdi de’ Testaccio” al Box del Rione nel Mercato di Testaccio Nell’ anniversario del Centro Socio-Culturale Ararat i...

Iniziative

L’evento ospiterà un dibattito tra Zilan Diyar, giornalista e attivista del movimento delle donne curde e Francesca Patrizi ufficio informazioni del Kurdistan in Italia....

Iniziative

A dieci anni di distanza dalla storica resistenza di Kobane, che ha reso visibile la decennale lotta per la libertà del popolo curdo, la...

Iniziative

La presenza permanente della questione curda in un mondo diviso e ingiusto. Il Kurdistan e i curdi oggi. Partecipano: Antonio Olivieri (Associazione Verso il...