Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

L’Europa tace perché i profughi sono ancora materia di negoziato

DİYARBAKIR – La relatrice di Human Rights Watch Emma Sinclair-Webb ha detto che hanno preparato un rapporto sulle violazioni dei diritti in Turchia e che il rapporto è stato presentato alle Nazioni Unite, all’Unione Europea e al Consiglio d’Europa, “L’Europa sa molto bene quello che sta succedendo in Turchia, ma si è chiusa nel silenzio per via dell’accordo sui profughi con la Turchia.”

La relatrice di Human Rights Watch Emma Sinclair-Webb si è recata nella provincia di Diyarbakır in occasione della settimana per i diritti umani dal 10 al 17 dicembre. Ha parlato dell’aumento del clima di pressione in Turchia. Enfatizzando le questioni dei deputati in carcere, dell’usurpazione delle municipalità del Kurdistan, della pressione sui giornalisti, i fermi e gli arresti, Emma ha detto, “Gli amministratori nominati forzatamente dal governo nelle municipalità, gli attacchi alle amministrazioni locali, sono contrari alla democrazia.”

Viene usurpata la volontà politica

Emma ha detto che hanno lavorato a rapporti sui deputati in carcere e le crescenti violazioni di diritti fondamentali e ha aggiunto, “Abbiamo elencato i diritti usurpati di sindaci, politici e giornalisti in carcere, ma sfortunatamente molte violazioni di diritti si sono verificate in Turchia negli ultimi anni. Coloro che rappresentano politicamente milioni di persone sono dietro le sbarre e questo significa che viene usurpata la volontà politica della popolazione della regione. I politici che dovrebbero essere in Parlamento per continuare il loro lavoro politico ora sono tenuti prigionieri nelle carceri.”

E’ contrario ai principi democratici

Affermando gli attacchi alle persone elette si sono estesi alle municipalità e che questa situazione è contraria ai principi democratici e che si tratta di una violazione dei diritti fondamentali, Emma ha detto, “Gli amministratori nominati forzatamente dal governo nelle municipalità, gli attacchi alle amministrazioni locali del DBP sono un attacco alle amministrazioni locali. Anche questa è una violazione dei diritti.”

L’Europa si chiude nel silenzio

Dicendo che hanno preparato un rapporto sulle violazioni dei diritti in Turchia e che è stato presentato alle Nazioni Unite, all’Unione Europea e al Consiglio d’Europa), Emma ha proseguito come segue: “L’Europa sa molto bene cosa sta succedendo in Turchia, ma si è chiusa nel silenzio per via dell’accordo sui profughi con la Turchia. Perché la cosa più ‘importante’ per i Paesi dell’Europa è che i rifugiati non vadano nel loro Paesi. Vengono rimosse le questioni del sistema presidenziale, delle violazioni dei diritti fondamentali, lla situazione dei politici in carcere..”

 

Duygu Ciniviz 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i diritti umani ha affermato che nei primi sei mesi del 2024 si sono verificate 3.900 violazioni dei diritti nel Kurdistan settentrionale....

Turchia

Ad Amed (Diyarbakir) i sostenitori di Hüda Par stanno diventando sempre più violenti. Il partito islamista, che l’anno scorso è entrato nel parlamento turco...

Diritti umani

ŞIRNEX – Molti edifici storici saranno allagati se verrà completata la costruzione della “diga Cizre” sul fiume Tigri. Il progetto della “Diga di Cizre”...

Libertà per Öcalan

In una conferenza stampa tenutasi presso la sede del partito ad Ankara, la portavoce Ayşegül Doğan ha sottolineato le violazioni dei diritti umani nella...