Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Offerta per la poligamia su Internet in Turchia

In Turchia c’è una nuova pagina Internet per uomini che sono alla ricerca di una seconda o terza moglie. L’offerta viene sostenuta da giustificazioni religiose. La borsa della poligamia pubblicizza il fatto che la Turchia, dopo l’Indonesia e il Regno Unito, è il terzo Paese con un’offerta Internet per seconde e terze mogli.

In Turchia è stata da poco emanata una legge con la quale i Mufti – funzionari degli enti religiosi nelle province e nei distretti – hanno avuto la competenza di celebrare matrimoni legalmente riconosciuti in base al codice civile. Le associazioni delle donne avevano protestato contro questa legge per sostiene la poligamia e i matrimoni infantili.

Sulla nuova pagina Internet Evlilikci.com ora si pubblicizza che per „certi problemi come povertà, solitudine e prostituzione“ c’è una soluzione in forma di un matrimonio con una seconda moglie. Questo sarebbe permesso da tutte le religioni con sacre scritture e corrisponderebbe anche alla cultura del Paese.

 

anfdeutsch

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...