Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Erdoğan minaccia il Governo Regionale del Kurdistan: Potremmo arrivare di notte all’improvviso

Il Presidente Tayyip Erdoğan ha continuato a pronunciare minacce rispetto al referendum sull’indipendenza che si è tenuto oggi nel Kurdistan del sud, dicendo; “Potremmo arrivare di notte all’improvviso.”

Il Presidente turco ha definito il referendum per l’indipendenza nel Kurdistan del sud “opportunistico”, “illegittimo” e “inaccettabile”, dicendo che rispettano i diritti “dei nostri fratelli curdi e delle nostre sorelle curde, ma anche i diritti dei nostri fratelli e sorelle arabi e turkmeni in Iraq”.

Erdoğan ha dichiarato che “A prescindere dal risultato, il referendum è nullo per noi, lo definiamo illegittimo. Stiamo compiendo ogni sorta di passo a livello politico, economico, commerciale e di sicurezza. Annunceremo altre misure e passi nel corso della prossima settimana.”

Erdoğan ha detto che il passaggio è permesso solo verso il lato irakeno del confine al momento, ma che nel corso della settimana verrà chiuso da entrambi i lati, aggiungendo: “Dopo questo vediamo attraverso quali canali manderanno il loro petrolio e a chi lo venderanno. La valvola sta da noi. È finita nel momento in cui la chiudiamo.”

Riferendosi alla campagna di invasione della Turchia denominata Scudo dell’Eufrate, Erdoğan ha minacciato il governo del Kurdistan del sud dicendo; “Potremmo arrivare durate la notte all’improvviso.”

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...