Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Dilek Öcalan: La resistenza contro l’isolamento di Imrali deve aumentare

SARATOV –  Gli incontri contro l’isolamento imposto al leader del PKK Abdullah Öcalan delle donne del Movimento delle donne curde in Russia continuano. La deputata del Partito Democratico dei Popoli (HDP) di Urfa Dilek Öcalan ha partecipato all’incontro svoltosi a  Saratov, città della Russia ed ha affermato: “La nostra preoccupazione sta aumentando. Non sappiamo cosa sta succedendo ad Irmali.” ed ha affermato che la resistenza deve essere estesa.

Il Movimento delle Donne curde in Russia (TJK- Russia) ha svolto un incontro con lo slogan “Qualsiasi cosa per Öcalan” in Russia. Un quarto degli incontri si è svolto al Cinema Karl Marx e nella Sala del Teatro nel quartiere Krasnikut della città di Saratov.La popolazione curda che vive nel quartiere di Krasnikut, il Presidente del Parlamento Regionale Lubov Zakora Alexsandrovna, il Vice Presidente dell’Organizzazione del Popolo e delle Minoranze  Lydia Krasnova Sergyevna, il politico ed autore Alexsandr Zuev Pulatovic e amici dei curdi hanno partecipato all’incontro.

Le proteste devono essere estese ovunque

Intervenendo all’incontro, la deputata di HDP di Urfa Dilek Öcalan ha parlato del governo dell’AKP e di Imrali, della distruzione e delle politiche di guerra  nel Kurdistan del nord e della resistenza della popolazione a queste politiche. Dilek ha osservato che la resistenza della popolazione deve essere aumentata contro le politiche genocide contro i curdi e l’isolamento imposto al leader del PKK Abdullah Öcalan. Dilek ha dichiarato “Le proteste devono essere estese ovunque. Non c’è niente in cui la resistenza delle persone può avere successo. La nostra gente ha la forza. La gente deve resistere adesso come ha fatto nel 1999. Schierarsi a favore di Ocalan e chiedere la sua libertà è un dovere nazionale e umanitario.”

Domani potrebbe essere troppo tardi

Sottolineando che tutta la popolazione curda e i loro amici ed i gruppi democratici dovrebbero estendere la resistenza in modo più efficace, Dilek ha affermato: “Domani potrebbe esser più tardi. Lo Stato e L’AKP hanno commesso un crimine contro l’umanità ad Imrali.” Dilek ha citicato il silenzio delle organizzazioni internazionali e del mondo occidentale ed ha affermato: “coloro che rimangono in silenzio contro le politiche genocide, la tortuta e l’isolamento sono parte di questo crimine.”

La nostra preoccupazione sta aumentando

Dilek ha affermato che non hanno ricevuto nessuna notizia da  Abdullah Öcalan da lungo tempo e ha dichiarato che” In passato, violenza fisica è stata utilizzata contro di lui. Hanno avvelenato Öcalan. adesso la nostra preoccupazione sta aumentando, in quali condizioni vive il leader del popolo curdo? Noi non lo sappiamo”

L’autore e politico Alexsandr Zuev Pulatovic è intervenuto nell’incontro e ha affermato che loro hanno sostenuto l’onorevole e legittima lotta del popolo curdo e ha chiesto la libertà di Abdullah Öcalan.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Libertà per Öcalan

La campagna “Libertà per Öcalan: Una soluzione politica alla questione curda” chiede al Comitato europeo per la prevenzione della tortura o dei trattamenti degradanti...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...