Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Iraq

IL PDK: IL PKK deve ritirarsi da Sinjar

Un funzionario del Partito Democratico del Kurdistan (KDP) ha affermato lunedì che il dispiegamento del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) a Sinjar è giunto durante un “vuoto di potere” e senza il consenso del Governo Regionale del Kurdistan (KRG).Hemin Hawrami, il responsabile dell’Ufficio relazioni estere del KDP ha dichiarato che il PKK deve ritirarsi da Sinjar.

“Quando Daesh[ Stato Islamico] ha attaccato Sinjar, il PYD [ Partito dell’Unione Democratica] era nei territori del confine siriano, essi avevano aperto un passaggio” ha affermato Hawrami parlando alla stampa in Turchia.”Ovunque ci sia un vuoto di potere, il PKK se ne avvale ed è quello che ha fatto in Siria, Qandil e in altre aree”, ha dichiarato Hawrami, all’agenzia stampa turca Anadolu Agency.Hawrami ha dichiarato che il PKK non ha alcun diritto di stabilirsi o di rimanere nella città liberata dai Peshmerga di Sinjar e definito la presenza del PKK “illegale e sovversiva”. “All’inizio, quando si schierati contro Daesh, li abbiamo ringraziati, ma è stata una mossa umanitaria correlata”, ha affermato Hawrami. “Ciò nonostante i Peshmerga hanno liberato Sinjar. Si sono lì stabiliti. In effetti, non vi era alcuna necessità di un coinvolgimento PKK. “

Hawrami ha avvertito che la presenza del PKK a Sinjar era “senza condizioni” e che potrebbe condurre a un “conflitto regionale” affermando che il KRG vorrebbe adottare mezzi pacifici per sollecitare il ritiro del gruppo.

I ribelli del PKK hanno giocato un ruolo importante nella protezione dei curdi yazidi nella zona di Sinjar dopo gli attacchi dello Stato Islamico nel 2014, e le forze dei Peshmerga del KDP si erano ritirate dall’area senza combattere lasciandosi dietro i civili curdi yazidi, ciò aveva portato migliaia di famiglie curde a fuggire sul monte Sinjar dove erano rimasti intrappolati e avano sofferto in modo significativo la mancanza di acqua e cibo, gli omicidi e il rapimento di migliaia di civili ,così come lo stupro ed il rapimento di migliaia i donne.

Anche Il PKK ha  partecipato e ha avuto un ruolo attivo nella liberazione della città dallo Sinjar Stato islamico.

Il Presidente Tayyip Erdogan, che vede i combattenti curdi siriani come una forza ostile , ha accusato il PKK di cercare di trasformare Sinjar in una base. Ha affermato che non permetterà a Sinjar di diventare ” un centro del terrorismo”.

Erdogan ha più volte rivolto il suo sguardo al PKK, un’organizzazione che Ankara crede conduca un insurrezione dai nascondigli nel Kurdistan iracheno, tra cui Qandil e Sinjar.”Vogliono lanciare attacchi contro di noi dai Monti Sinjar. Non lasceremo che questo accada. Noi li porteremo tenere conto di questo, “ha affermato.

Il Partito Democratico del Kurdistan (KDP) e il suo leader Massoud Barzani, che controllano il governo del Kurdistan iracheno hanno legami stretti con il governo di Turchia e il presidente Erdogan.Il Pkk ha imbracciato le armi nel 1984 contro lo Stato turco che nega ancora l’esistenza costituzionale dei curdi per spingere verso una maggiore autonomia per la minoranza curda, che costituisce circa 22,5 milioni su una popolazione di 79 milioni del paese.

Secondo gli osservatori una grande comunità curda in Turchia e nel mondo simpatizza apertamente con i ribelli del Pkk  e Abdullah Ocalan , che ha fondato il gruppo PKK nel 1974, e ha un alto valore simbolico per la maggior parte dei curdi in Turchia e nel mondo secondo gli osservatori.

Fonte: nrttv.com

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...