Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Iraq

Ufficiale di Semalka: il confine è aperto, ma non per tutti

Il direttore del valico di confine di Semalka, Aras Fetah, ha affermato che il KDP ha aperto il confine solo per scopi pubblicitari e che ha impedito il passaggio di molte persone.Il 7 giugno il Partito Democratico del Kurdistan (KDP) ha annunciato di aver aperto il valico di confine di Semelka, che aveva chiuso unilateralmente il 16 marzo, dopo critiche da parte di civili e rappresentanti dei partiti politici. Il direttore del valico di confine di Semalka, Aras Fetah, ha parlato con l’agenzia stampa Roj e affermato che il KDP ha aperto il confine solo per scopi pubblicitari e che ha impedito il passaggio di molte persone.

Viene fatta pressione sui commercianti

Aras Fetah ha descritto quello che è successo il 7 giugno, quando è stato riaperto il valico di confine di Semelka e ha detto che solo 13 veicoli hanno avuto il permesso di passare nel primo giorno di apertura. Le forze del KDP hanno fatto pressione sui commercianti hanno consentito loro di trasportare solo un massimo di 25 tonnellate di merce. Solo 6 tonnellate di zucchero hanno avuto il permesso di passare il confine il 9 giugno e per altre 100 tonnellate di zucchero il passaggio è stato permesso l’11 giugno. Fetah ha detto che molti dei beni che i commercianti hanno portato al confine non hanno avuto il permesso di entrare nel e che quelli che sono stati permessi sono stati oggetto di decisioni arbitrarie.

Il passaggio dal Rojava non è permesso

Fetah ha notato che funzionari del KDP hanno impedito il passaggio di beni dal Rojava nel Kurdistan del sud e impedito il passaggio della maggior parte dei civili che volevano entrare nel Kurdistan del sud.

Nessuno può entrare nel Rojava compreso i giornalisti

Rispetto al passaggio di civili dal Kurdistan del sud nel Rojava, Fetah ha affermato che solo persone con documenti del Rojava possono passare e che ad altri, compresi giornalisti stranieri, è stato impedito l’ingresso nel Rojava.

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...