Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Il test del DNA dimostra che la Turchia ha mentito sull’identità dell’attentatore di Ankara

L’autore del recente attentato esplosivo ad Ankara è stato confermato come Abdulbaki Sömer nome in codice Zinar Raperin,e non come Salih Neccar,come avevano affermato il governo turco e il governo dell’AKP.

Un campione del DNA del padre di Sömer, Musa Sömer, che è stato posto in detenzione poco dopo dalla polizia,ha confermato l’identità dell’aggressore.

L’attacco esplosivo contro il personale militare il 17 febbraio ha avviato un andirivieni di dichiarazioni tra i funzionari turchi,americani e del Rojava dopo che il presidente turco Erdogan e il primo ministro Davutoglu avevano sostenuto che l’attentatore era un membro delle YPG con il nome di Salih Neccar.

Funzionari delle YPG e del PYD avevano respinto immediatamente le accuse,come hanno fatto i funzionari americani che hanno dichiarato che la Turchia non ha fornito prove sufficienti.I funzionari turchi hanno continuato ribadendo le affermazioni e hanno chiesto che Washington di “vedere il vero volto della YPG / PYD” e di condannarli come terroristi.

Poco dopo,il gruppo curdo i Falchi per la liberazione del Kurdistan (TAK) si erano assunti la responsabilità dell’attacco e hanno rivelato il nome dell’attentatore il nome dell’attentatore come Abdulbaki Somer, un curdo del Kurdistan del nord e non del Rojava.

I funzionari turchi adesso hanno corretto le loro affermazioni dichiarando che Sömer era entrato in Rojava dal confine turco ed era rientrato in Turchia con il nome di Neccar;ma anche questa affermazione era stata respinta  dal padre di Sömer, che ha confermato la fotografia di suo figlio come quella rilasciata dal TAK e non lo Stato.

DIHA

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...