Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Profughi: l’UE continua a puntare sulla Turchia

Belgrado. Nel caso di una chiusura completa della cosiddetta rotta dei Balcani, Belgrado riceverà 47 milioni di Euro. Questo è quanto dichiarato dal rappresentante dell’organizzazione per i rifugiati dell’ONU (UNHCR), Hans Friedrich Schodder, venerdì alla radio serva RTS. Dodici milioni di dollari USA verrebbero messi a disposizione dall’UNHCR. Il quotidiano di Belgrado Danas aveva riferito che gli Stati UE hanno in programma di chiudere i loro confini ai profughi il 1 marzo. Ma la Serbia non diventerebbe una »zona cuscinetto«, l’UNHCR, insieme al governo e alle altre organizzazioni è preparato a questa eventualità, ha dichiarato Schodder.

Intanto in Austria mercoledì è entrato in vigore in il limite massimo giornaliero per i profughi. Dalle 8.00 al confine meridionale vengono accettati al massimo 80 richiedenti asilo al giorno. Allo stesso tempo le autorità hanno lasciato che 3.200 profughi proseguissero il loro viaggio verso la Germania. Appena raggiunte le quote, i confini verranno di nuovo chiusi. A Vienna venerdì si è riflettuto su un ulteriore abbassamento delle quote.

A Bruxelles giovedì notte in un vertice 38 capi di stato e di governo dell’UE avevano concordato di continuare a collaborare con la Turchia nella chiusura dei confini. A questo proposito non ci sarebbe »alcuna alternativa«, ha detto il capo della Commissione UE Jean-Claude Juncker venerdì mattina. A inizio marzo è previsto un vertice straordinario con la Turchia. Inoltre i capi governo dell’UE hanno chiesto di mettere fine alla “politica del lasciar passare”.

Secondo quanto riferito dalla guardia costiera greca e dell’agenzia UE per il controllo dei confini FRONTEX venerdì, nell’Egeo nel corso di due giorni sono state salvate complessivamente 1.753 persone. Mentre a inizio settimana una tempesta aveva fatto sì che un numero significativamente inferiore di persone tentasse la traversata, l’UNHCR mercoledì aveva contato 4.611 profughi in cerca di protezione. Nelle prossime settimane nelle acque tra la Grecia e la Turchia verranno impiegate anche navi da guerra della NATO. (AFP/dpa/jW)

Fonte: https://www.jungewelt.de/2016/02-20/028.php

Foto:Getty Images

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Un tribunale turco ha rilasciato sotto controllo giudiziario la famosa avvocatessa Feyza Altun dopo la sua detenzione per la sue affermazioni sulla “sharia”, dopo...

Turchia

Ahmet Türk, il candidato co-sindaco del partito DEM a Mardin, ha chiarito le sue dichiarazioni riguardo al presidente Erdoğan. Ahmet, che ha affermato che...

Turchia

Non viene accolta la richiesta che il curdo, che ancora figura nei verbali parlamentari come “lingua sconosciuta”, diventi la lingua dell’istruzione. I dirigenti delle...

Turchia

ANKARA- Il microfono della deputata del partito DEM Beritan Güneş, che ha parlato in curdo all’Assemblea generale del Parlamento in occasione della Giornata mondiale...