Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Appelli

La popolazione di Silvan sta cercando di raccogliere i cocci e ha bisogno del vostro aiuto

Mentre gli attacchi alle province curde continuano in Turchia dopo le elezioni del 7 giugno,sta incominciando ad emergere la devastazione dopo il più recente coprifuoco dichiarato nella città di Silvan per 12 giorni.Nei quartieri impoveriti di Silvan di Tekel, Mescit,e Konak,lo stato ha utilizzato armamenti pesanti per attaccare le abitazioni e falciare qualsiasi essere vivente per le strade.Dopo che il coprifuoco è stato rimosso,sia coloro sono entrati nei quartieri per redigere i danni e sia le delegazioni che sono giunte in sostegno dalle altre province,hanno espresso la loro rabbia per ciò che hanno visto.Le dimensioni terrificanti dei 12 giorni di coprifuoco hanno cominciato ad emergere più chiaramente.

Poichè la popolazione di Silvan sta cercando di raccogliere i cocci,ha bisogno che l’occidente ponga fine al suo silenzio nel corso degli ultimi mesi sulle crudeltà della Repubblica di Turchia.La popolazione di Silvan ha bisogno che la brutalità della Turchia contro i curdi venga conosciuta ovunque,e hanno bisogno del morale che potrebbe derivare dal sostegno internazionale.La popolazione di Silvan ha bisogno di sentire che l’opinione pubblica internazionale li sostiene.

Cosa è accaduto dopo il coprifuoco di 12 giorni?

Nel corso dei loro viaggi ,le delegazioni hanno riportato il terrore inconcepibile e la devastazione che le forze di sicurezza hanno dispiegato contro la regione.Brevi esempi dei punti più impressionanti di queste relazioni illustreranno la situazione in modo più chiaro.

-A Silvan,lo stato attuato il terrore di stato con armamenti pesanti per 12 giorni,dal 3 al 4 novembre.Il bilancio delle vittime è salito a 8 con la morte di Rıdvan Us il 16 novembre 2015.Era rimasto anche ferito durante il coprifuoco dal fuoco della polizia.

-Nel distretto di Silvan nella provincia di Diyarbakir,il coprifuoco adesso è stato dichiarato 6 volte negli ultimi due mesi.Secondo un rapporto della Fondazione dei diritti umani di Turchia,dalla prima dichiarazione di coprifuoco del 6 agosto ad oggi,un totale di 14 civili ha perso la vita.(Con la recente morte di Rıdvan Us questo numero sale a 15).

-Il coprifuoco nei quartieri di Mescit, Tekel e Konak ha colpito direttamente 14.000 residenti già impoveriti.Ancora,86.000 persone,il totale della popolazione di Silvan deve anche vivere in condizioni di battaglia.Se a causa del taglio di elettricità, acqua, e tutte le forme di comunicazione nei quartieri,e degli attacchi armati casuali delle forze di sicurezza nelle zone in cui è stato dichiarato il coprifuoco,o per la situazione generale di terrore tutto il distretto, circa 20.000 persone hanno abbandonato le loro case.

-A partire dal 3 novembre,elicotteri militari hanno iniziato a lanciare attacchi aerei sul distretto,in aggiunta alle procedure esistenti in uso durante il coprifuoco.

-In questi tre quartieri dove è stato dichiarato il coprifuoco,internet,le linee telefoniche,l’acqua e l’elettricità sono state tagliate.Nel corso dei 12 giorni,i residenti non si potevano procurare qualsiasi cibo,incluso il pane o materie prime.Per tutto il coprifuoco,tutti gli sforzi per portare aiuto alla popolazione sono stati bloccati,inclusi gli sforzi dei sindaci e dei dipendenti comunali,delle ONG e dei rappresentanti parlamentari di HDP che cercano di valutare la situazione.

-Forze speciali di polizia divulgano da veicoli blindati e moschee comunicati che dichiarano:” Evacuate la zona,o vi rastrelleremo tutti con armi da fuoco.”

-In questo periodo, un funzionario del Ministero degli interni,parlando a rappresentanti di HDP,ha affermato che avrebbero “cancellato”[ i tre quartieri in questione] dalla mappa.”Con questa dichiarazione circolante sulla stampa,nessuna manifestazione democratica è stata permessa per protestare tali pratiche.La polizia ha aperto il fuoco su un manifestante,portando alla morte di una persona,il ferimento di altre due,e l’arresto di circa 40 persone( tra di loro dirigenti di HDP e di organizzazioni della società civile)

Alcuni punti emersi dalle osservazioni delle delegazioni che sono entrati nei quartieri dopo la revoca del blocco:

-Abbiamo visto che durante il coprifuoco nei tre quartieri di Silvan,c’è stata una selvaggia guerra psicologica contro la gente,una guerra del calibro di cui non era stata condotta prima.Durante il corso degli attacchi,in cui hanno partecipato tutte le unità di sicurezza turche,queste stesse squadre hanno scritto slogan sui muri delle abitazioni che denigravano la gente,e includevano elementi di abuso sessuale.Abbiamo dimostrato che le squadre di polizia per operazioni speciali sono entrate nella maggioranze delle case,che hanno saccheggiato e rese inutilizzabili.

Tuttavia, questa non è la misura massima di brutalità.

-Secondo le informazioni ottenute da testimoni,le forze hanno distrutto tutto il cibo e gli oggetti nelle case,lasciando rifiuti per ogni creatura vivente,distruggendo alberi e piante.La testa è stata spennata a un canarino in gabbia;i polli sono stati fatti a pezzi con le piume strappate.Gli alberi sono stati abbattuti con il fuoco di pistola o con la seghe.Sono stati presi di mira in particolar modo i serbatoi d’acqua.Ci sono stati danni ai computer e a tutti i dispositivi elettronici nelle case;individui hanno messo sigarette sulle braccia di sedie,le hanno tagliate e rese inutilizzabili;sacchi di cibo sono stati strappati all’aperto.Nelle case tutte le finestre e le porte sono state rotte,e c’erano segni di un grande numero di proiettili,razzi e mortai.Nella moschea che gli assalitori hanno utilizzati per pregare, le porte e le finestre delle aree utilizzate per i corsi di Corano erano state rotte e danneggiate.

In breve, abbiamo cercato di trasmettere la situazione della popolazione di Silvan al 16 novembre.Stanno aspettando che la voce dell’opinione pubblica internazionale si unisca a loro

di Gunes Unsal (freelance journalist)

Turkey, Silvan

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...

Turchia

Affermando che il diritto di essere eletto del co-sindaco della municipalità metropolitana di Van, Abdullah Zeydan, è stato usurpato per ordine del ministro della...