Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 20 settembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Interviste

„L’unico obiettivo della popolazione di Efrîn è il ritorno“

Şêxo İbrahim del campo profughi Berxwedan spiega che la popolazione di Efrîn non si toglie dalla testa l’obiettivo di tornare nella sua terra natia e allo stesso tempo si auto-organizza. Leggi tutto

Anna Campbell: Una combattente per la libertà

Il padre di Anna, Dirk Campbell: Quando è andata in Rojava mi sono molto preoccupato. Speravo che restasse viva e che stesse bene, ma la vita è continuata com’era prima. Quando Anna è caduta è cambiato tutto. Leggi tutto

“Il futuro del Kurdistan dipende dall’alleanza curda” – Parte 2

„La Turchia aspira a creare una polarizzazione tra curd* che porti a scontri tra curd*. Con questo si vuole impedire la nascita di un’unità nazionale”, spiega il Dr. Bahoz Erdal (HPG). Leggi tutto

Bahoz Erdal: L’assassino di Diyar Xerib è stato punito – Parte 1

Il Dr. Bahoz Erdal si è pronunciato sull’omicidio del responsabile del MIT per il Kurdistan del sud: „Pare che qui abbia agito un gruppo di giovani che si è votato anima e corpo al nostro movimento.” Leggi tutto

„In Turchia trattamento disumano delle persone in cerca di protezione“

Recentemente profughi siriani non registrati che vengono fermati a Istanbul vengono espulsi direttamente in Siria. Il Presidente dell’associazione per i diritti umani Mazlum-Der, Ramazan Beyhan, critica con forza questa pratica di espulsione. Leggi tutto

Hasankeyf: Accumulo senza preavviso

Senza preavviso è iniziato l‘allagamento di Hasankeyf. Ercan Ayboğa dell‘Iniziativa per il Salvataggio di Hasankeyf informa sulla situazione attuale e sulla resistenza contro la diga di Ilisu. Leggi tutto

Zehra Doğan, “la mia matita contro l’oppressore”

A colloquio con la giornalista e artista curda che ha scontato quasi tre anni di carcere per un disegno di una città in guerra Leggi tutto

Mazlum Abdi: Se la Turchia attacca, ci sarà una grande guerra – Parte 1

Il comandate generale delle FDS Mazlum Abdi ammonisce: „Se la Turchia dovesse attaccare, si arriverà a una grande guerra.“ Leggi tutto

„La nostra linea è la legittima autodifesa“ – Parte 2

Come comandante generale delle FDS, Mazlum Abdi spiega che né le forze internazionali né le FDS permetteranno un’operazione dello Stato turco da Efrîn a Dêrik. Tutte le parti sarebbero costrette a un dialogo e a una soluzione. 
Leggi tutto

»Non provo paura«

Anche internazionalist* in Rojava si preparano alla guerra. Un colloquio con Emma Olivier Leggi tutto