Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 19 ottobre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Nessun commento

Comitato contro la Tortura visita le carceri turche

Comitato contro la Tortura visita le carceri turche

21 maggio 2019


Come fa sapere il Comitato contro la Tortura europeo dopo mesi di silenzio sull’isolamento di Abdullah Öcalan e lo sciopero della fame in corso per protesta contro questo isolamento, questo mese sono state ispezionate molte carceri in Turchia, compresa Imrali .

Come fa sapere il Comitato per la Prevenzione della Tortura (CPT) europeo, tra il 6 e il 17 maggio si è svolta una visita-ad-hoc“ in Turchia. In questa occasione sono state visitate numerose carceri, tra cui anche il carcere di massima sicurezza di Imrali, nel quale viene isolato il precursore curdo Abdullah Öcalan con altri tre prigionieri. Nel comunicato del CPT ([riportato integralmente qui di seguito] si afferma che è stato verificato se le misure consigliate nel 2016 rispetto alla condizioni di carcerazione siano state messe in pratica dal governo turco.

Oltre a Imrali nel Mar di Marmara, secondo il CPT sono stati vistati numerosi istituti penali e stazioni di polizia a Istanbul, Amed (Diyarbakir), Ankara e Riha (Urfa), inoltre sono stati condotti colloqui con centinaia di persone che si trovano in custodia di polizia o che ci sono trovate di recente. Ulteriori colloqui si sono svolti con i Ministeri turco degli Interni, della Giustizia e della Sanità e l’ „Istituzione per i Diritti Umani e la Parità di Diritti in Turchia“. Secondo la dichiarazione le „prime osservazioni“ sono state trasmesse alle autorità turche.

  • ANF

Il Comitato contro la Tortura del Consiglio d‘Europa vista la Turchia

Una delegazione del Comitato per la Prevenzione della Tortura e dei Trattamenti o delle Pene Degradanti (CPT) del Consiglio d’Europa ha svolto una vista ad-hoc in Turchia dal 6 al 17 maggio.

Il principale obiettivo della vista era di esaminare il trattamento e le salvaguardie concesse alle persone detenute dalle forze di polizia. A questo scopo la delegazione del CPT ha intervistato centinaia di persone che sono o sono state recentemente trattenute in custodia di polizia nelle zone di Ankara, Diyarbakır, Istanbul e Şanlıurfa.

In occasione della visita, la delegazione si è recata anche nel carcere di massima sicurezza di tipo F di Imralı per esaminare il trattamento e le condizioni di detenzione di tutti (i quattro) detenuti attualmente reclusi nell’istituto e per verificare le misure intraprese dalle autorità turche alla luce delle raccomandazioni fatte dal CPT dopo la sua precedente visita al carcere (nell’aprile 2016). A questo riguardo, particolare attenzione è stata dedicata alle attività comuni offerte ai detenuti e all’applicazione pratica del loro diritto di ricevere visite da famigliari e avvocati.

Nel corso della visita la delegazione ha tenuto consultazioni con Süleyman Soylu, Ministro dell’Interno, Abdulhamit Gül, Ministro della Giustizia, Muhterem Ince, Vice-Ministro dell’Interno, e Muhammet Güven, Vice-Ministro della Sanità, nonché con funzionari di grado superiore dei Ministeri dell’Interno, della Giustizia, della Sanità e degli Affari Esteri.

Inoltre, la delegazione ha incontrato Süleyman Arslan, Presidente dell’Istituzione per i Diritti Umani e la Parità, nella sua funzione di capo del Meccanismo Nazionale di Prevenzione (MNP) costituito in base Protocollo Opzionale alla Convenzione della Convenzione delle Nazioni Unite contro la Tortura (OPCAT), e rappresentanti di organizzazioni non governative attive in aree di interesse del CPT.

Alla fine della visita la delegazione ha presentato le sue osservazioni preliminari alle autorità turche.

La vista è stata eseguita dai seguenti membri del CPT:

  • Mykola Gnatovskyy, Presidente del CPT (capo-delegazione)
  • Djordje Alempijević
  • Nico Hirsch
  • Julia Kozma
  • Davor Strinović
  • Hans Wolff.

Sono stati sostenuti da Michael Neurauter (capodivisione) e Elvin Aliyev della segreteria del CPT.

La delegazione ha visitato i seguenti luoghi:

Istituti Giudiziari

Ankara stazione centrale di polizia:

Dipartimento Antiterrorismo

Dipartimento Omicidi

Dipartimento Legge e Ordine

Dipartimento Narcotici

Dipartimento Crimine Organizzato

Dipartimento Furti

Diyarbakır stazione centrale di polizia:

Dipartimento Antiterrorismo

Dipartimento Narcotici

Diyarbakır-Hani stazione di polizia

Diyarbakır-Huzur stazione di polizia

Diyarbakır-Yenişehir stazione di polizia

Diyarbakır Regional comando della gendarmeria

Diyarbakır-Mermer stazione della gendarmeria

Istanbul stazione centrale di polizia:

Dipartimento Antiterrorismo

Centro di Detenzione Comune

Istanbul-Sultanbeyli Sede distrettuale della Polizia

Istanbul-Sancaktepe stazione di polizia

Istanbul-Ahmet Yesevi stazione di polizia

Şanlıurfa Stazione Centrale di Polizia:

Dipartimento Antiterrorismo

Dipartimento Minorile

Dipartimento Narcotici

Carceri

Diyarbakir D-type carcere di massima sicurezza

Diyarbakır carcere di tipo E

Diyarbakir carcere di tipo T n. 2

Diyarbakir carcere minorile

Imralı F-type carcere di massima sicurezza

Istanbul Bakirköy carcere femminile

Istanbul-Metris carcere di tipo T n. 1

Istanbul-Silivri carcere n. 5

Istanbul-Silivri carcere n. 6

Istanbul-Maltepe carcere d tipo L n. 1

Istanbul-Maltepe carcere d tipo L n. 3

Şanlıurfa carcere di tipo E

Şanlıurfa carcere di tipo T n. 1

Şanlıurfa carcere di tipo T n. 2.

 


Inserisci un commento