Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Insegnante curdo del Rojhilat condannato a 11 anni di carcere

Nel Rojhilat, un insegnante curdo è stato condannato a 11 anni di carcere per “crimini contro la sicurezza nazionale”. Nel Rojhilat, un insegnante curdo è stato condannato a 11 anni di carcere. Un tribunale rivoluzionario di Sine, a Sanandaj, ha condannato Seyvan Ebrahimi per presunti crimini contro la sicurezza nazionale, lo ha riferito il Kurdistan Human Rights Network (KHRN) con sede in Francia.

Il verdetto di primo grado contro Ebrahimi consisteva in due sentenze individuali, unite in una sola. L’insegnante è stato condannato a dieci anni di reclusione per “aver formato un gruppo con l’obiettivo di disturbare la sicurezza nazionale”. Il tribunale gli ha imposto un altro anno di prigione con l’accusa di “propaganda contro lo Stato”. La sentenza può essere impugnata.

Seyvan Ebrahimi è membro del consiglio direttivo dell’organizzazione socio-culturale Nojîn (anche Nozhin) a Sine.

L’associazione offre lezioni di letteratura e lingua curda e promuove altre iniziative educative e della società civile, soprattutto nelle regioni remote prive di scuole. In questo modo anche i bambini svantaggiati ricevono un’istruzione elementare che li aiuterà nel loro futuro percorso di vita.

All’inizio dell’anno, Ebrahimi è stato temporaneamente arrestato due volte perché le sue attività contribuiscono a rafforzare la società curda, emarginata e oppressa dal governo centrale iraniano. In un caso, la detenzione di Ebrahimi era legata ad iniziative per il rilascio di sua moglie Zara (Zahra) Mohammadi, che all’epoca era ancora detenuta.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Diritti umani

MÊRDÎN – Nel caso KCK in corso a Mêrdîn (Mardin) dal 2014, 15 politici curdi, tra cui l’ex deputata Gülser Yıldırım, sono stati condannati...

Diritti umani

Dicle Müftüoğlu, co-presidente della DFG, che ha annunciato di aver iniziato uno sciopero della fame, ha dichiarato: “Come giornalista le cui attività professionali sono...

Diritti umani

La giornalista Safiye Alağaş è stata arrestata ieri sera dalla polizia. Ieri sera la polizia ha intercettato il veicolo di Safiye mentre viaggiava da...

Diritti umani

I redattori arrestati dalle forze del KDP hanno scritto sulla sorte di Süleyman Ahmet: “Sono passati 44 giorni: dov’è Süleyman Ahmet?” Continuando a chiederselo,...