Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Comunicati

Devrim è libero! respinta la richiesta turca di estradizione

La Corte d’Appello di Sassari, investita dell’esame della richiesta di estradizione del cittadino tedesco Devrim Agkadak, avanzata mesi or sono dalle autorità turche, ha oggi respinto tale richiesta e deciso la liberazione di Devrim.

Devrim Agkadak è un cittadino berlinese di origine kurda; opera nella città tedesca in ambito universitario ed è stato oggetto di indagine da parte dei servizi turchi per una non meglio definita collaborazione col PKK negli anni 2005-2009; l’indagine turca, per quanto fumosa, è stata presa in carico dall’INTERPOL, che nei primi giorni di agosto, quando Devrim è giunto in Sardegna con la figlia di undici anni per una breve vacanza, ha commissionato l’arresto, immediatamente eseguito dalla polizia di Sassari.

All’esame del giudice, la gravità della vicenda ha trovato una attenuazione con la concessione degli arresti domiciliari e successivamente con la scarcerazione in attesa della sentenza della Corte d’Appello; la sentenza è sopraggiunta oggi stesso, solo qualche ora fa, e merita una grande attenzione: essa non solo rimarca una linea già indicata in sede giurisprudenziale dalla Cassazione, ma sottolinea in modo esplicito tre elementi di giudizio: primo, la fumosità delle imputazioni; secondo, la persistente incompatibilità del regime carcerario vigente in Turchia rispetto agli standard dei paesi ai quali il governo turco avanza richieste di estradizione e rispetto al tema generale dei diritti umani; terzo, il carattere persecutorio sotteso alla specifica richiesta di estradizione riguardante Devrim Agkadak.

Riteniamo che questa sentenza possa non solo rafforzare le garanzie giurisprudenziali concernenti tale drammatica casistica, ma possa ora indicare la necessità propriamente italiana di chiarificare i limiti dell’azione dell’Interpol all’interno delle zone grigie della funzione di polizia internazionale.

LIBERTÀ PER OÇALAN – Sardegna

ASCE associazione sarda contro l’emarginazione

COBAS SCUOLA SARDEGNA

 

*vignetta di Benigno Moi

 

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Comunicati

Consiglio esecutivo del Congresso nazionale del Kurdistan (KNK) ha condannato l’attacco armato contro i nostri uffici a Hewlêr, a seguito del quale Deniz Cevdet...

Comunicati

Il 3 Agosto 2014, dopo aver occupato Mosul, l’autoproclamato Stato Islamico dell’Iraq e della Siria (ISIS) ha perpetrato un genocidio contro il popolo ezida...

Siria

Alla luce dell’attuale sistematica politica di presa di mira perseguita dallo Stato di occupazione turco nelle regioni settentrionali e orientali della Siria, siamo profondamente...

Comunicati

Alla cortese attenzione dell’opinione pubblica- Abbiamo appreso che nella serata di ieri 12 Maggio, la giornalista Emanuela Irace è stata fermata all’aeroporto Sabiha Gökçen...