Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

I comitati di osservazione penitenziari sostituiscono i tribunali

Nedime Yaklan nel carcere femminile chiuso di Sincan non è stata rilasciata dal carcere con la decisione del Comitato amministrativo di osservazione del carcere nonostante sia stata assolta in un fascicolo, affermando che il caso relativo al fascicolo è in corso.

Dilan Oynaş non è stata rilasciata dalla prigione e la sua libertà condizionale è stata rinviata a tempo indeterminato perché ha iniziato uno sciopero della fame ed è stato presentato un altro caso contro le sue accuse di propaganda.

Berin Sarı non è stata rilasciata dal carcere dal 20 dicembre 2021 con decisioni del Comitato di osservazione amministrativo, che ne hanno rinviato il rilascio cinque volte.

Sebahat Tuncel è stato colei che ha presentato una petizione al Ministero della Giustizia per almeno 14 donne che non sono state rilasciate dal carcere quando dovuto con le decisioni del Comitato di osservazione amministrativo.

La disuguaglianza è vissuta al massimo nelle carceri

Il politica Sebahat Tuncel, detenuta nel carcere chiuso femminile di Sincan e sotto processo nel caso Kobani, ha elencato i detenuti il cui rilascio è impedito da decisioni amministrative.

Questi comitati stanno sostituendo i tribunali e punendo i prigionieri, le loro famiglie e la società, ha affermato Sebahat Tuncel nella petizione che ha inviato al Ministero della Giustizia.

“L’articolo 10 della Costituzione della Turchia stabilisce che tutti sono uguali davanti alla legge”, ha ricordato al Ministero la politica detenuta.

“Il vostro ministero, che dovrebbe fornire giustizia e applicare le leggi allo stesso modo a tutti i cittadini, purtroppo discrimina alcuni e trascura la violazione della Costituzione”, ha affermato Sebahat Tuncel.

Osservando che ci sono discriminazioni e pratiche illegali e ingiuste nei confronti di prigionieri politici e detenuti, ha aggiunto che i prigionieri devono affrontare nuove indagini disciplinari, punizioni o nuove indagini quando si oppongono a queste scelte.

Sebahat Tuncel ha citato il rinvio del momento in cui i prigionieri saranno rilasciati dal carcere come una delle peggiori pratiche ingiuste. Ciò non riguarda solo le persone in carcere, ma anche le loro famiglie e l’intera società, ha aggiunto.

I Comitati di osservazione amministrativi istituiti nel carcere a seguito di un emendamento di legge riguardante l’esecuzione della pena nella precedente legislatura sta togliendo i diritti che i detenuti e i condannati hanno secondo la Costituzione o le leggi”, ha affermato.

Principalmente contro i prigionieri politici curdi

“Un Comitato di osservazione amministrativo si pone al posto di un tribunale e impone sanzioni ingiuste e sentenze ai detenuti. Le obiezioni alle decisioni di questi comitati (ai giudici dell’esecuzione) sono valutate solo formalmente e i giudici di solito approvano solo le decisioni del comitato, ” ha affermato Sebahat nella sua petizione.

Fornendo esempi di come i diritti dei prigionieri vengono sottratti attraverso queste decisioni amministrative, Sebahat ha osservato anche che ciò viene fatto contro i prigionieri politici e i detenuti curdi nella maggior parte dei casi.

Prigionieri non rilasciati dal carcere

Sebahat Tuncel ha elencato nella sua petizione i detenuti/e non rilasciati dal carcere attraverso decisioni amministrative:

1. Mukaddes Kubilay doveva essere rilasciata il 4 agosto 2022, è stata posticipata prima di 3 mesi e poi di 6 mesi. Al 24 aprile 2023 la stessa è stata rinviata a tempo indeterminato.

2.Zeynep Bingöl doveva essere rilasciata il 22.07.2022, ma il suo rilascio è stato posticipato 2 volte per 3 mesi.

3. Rozerin Kurt doveva essere rilasciata il 23 novembre 2022. Non è stata rilasciata perché c’è un’indagine che l’ufficio del procuratore capo di Ankara sta conducendo su di lei.

4. Özlem Demir doveva essere rilasciata l’11 dicembre 2022, non è stata rilasciata perché era una co-presidente del Partito democratico dei popoli (HDP) e perché c’era un procedimento disciplinare contro di lei.

5. Sedef Demir doveva essere rilascito, ed è stato rinviato per 3 volte con la decisione del Comitato di osservazione amministrativo.

7. Sabite Ekinci doveva essere rilasciata, che è stata rinviata con la decisione del Comitato di amministrazione 3 volte.

8. Jiyan Ateş doveva essere rilasciata, è stata rinviata 5 volte con la decisione del Comitato di osservazione amministrativo.

9. Rojda Erez doveva essere rilasciata, è stata rinviata con la decisione del Comitato di osservazione amministrativo 5 volte.

10. Hanım Yıldırım doveva essere rilasciata, è stata rinviata 5 volte con decisione del Comitato di osservazione amministrativo.

11.Necla Yıldız doveva essere rilasciata, è stata rinviata di 3 mesi con la decisione del Comitato di osservazione amministrativo. Su di lei è stata avviata un’indagine perché ha intrapreso uno sciopero della fame e il suo rilascio è stato rinviato a tempo indeterminato perché nei suoi confronti era in corso un procedimento disciplinare.

12. Dilan Oynaş doveva essere rilasciata, è stata rinviata a tempo indeterminato perché ha iniziato uno sciopero della fame e un altro caso è stato presentato contro le sue accuse di propaganda.

13. Berin Sarı doveva essere rilasciata il 20 dicembre 2021, è stato rinviata 5 volte con la decisione del Comitato di osservazione amministrativo.

14.Nedime Yaklan non è stata rilasciata dal carcere con la decisione del Comitato di osservazione amministrativo del carcere nonostante sia stata assolta in un fascicolo, affermando che il caso relativo al fascicolo è in corso.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Diritti umani

Secondo quanto riportato, Pakhshan Azizi attivista socio-politica curda arrestata dalle forze di sicurezza iraniane a Teheran il 4 agosto 2023, è stata privata del...

Turchia

L’Associazione per i diritti umani ha affermato che nei primi sei mesi del 2024 si sono verificate 3.900 violazioni dei diritti nel Kurdistan settentrionale....

Turchia

Ad Amed (Diyarbakir) i sostenitori di Hüda Par stanno diventando sempre più violenti. Il partito islamista, che l’anno scorso è entrato nel parlamento turco...

Diritti umani

ŞIRNEX – Molti edifici storici saranno allagati se verrà completata la costruzione della “diga Cizre” sul fiume Tigri. Il progetto della “Diga di Cizre”...