Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Intolleranza al Newroz: 200 persone in custodia!

ISTANBUL – Dopo la fine del Newroz, a cui hanno partecipato centinaia di migliaia di persone, in piazza Yenikapı, la polizia ha attaccato la folla e arrestato circa 200 persone, tra cui bambini disabili e avvocati.

La polizia, intervenuta tra la folla dispersa in Piazza Yenikapı a Istanbul, dopo la fine del Newroz, a cui hanno partecipato centinaia di migliaia di persone con lo slogan “Ovunque è Newroz, ogni volta è libertà” e “Libertà con il fuoco del Newroz”, ha arrestato circa 200 persone.

C’è stata una massiccia reazione alla polizia, che voleva arrestare un gruppo perché gridava slogan come “Lunga vita ad Apo”, “Non c’è vita senza Öcalan” e “Lunga vita alla resistenza dei prigionieri”. Quindi, la polizia ha attaccato la folla e arrestato centinaia di persone con la tortura.

In detenzione minori disabili

Si è appreso che tra gli arrestati c’erano un bambino disabile e avvocati. È stato affermato che i detenuti sono stati portati al dipartimento di polizia di Istanbul e all’ufficio minorile del dipartimento di polizia del distretto di Fatih in via Vatan.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...