Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Iniziative

Civiltà capitalista e civiltà democratica

Come Spazio Antagonista Newroz siamo lieti di invitarVi all’iniziativa seminariale che si svolgerà domenica 22 maggio dalle ore 15. Avremo l’onore di avere in Italia Havin Guneser, portavoce dell’Iniziativa Internazionale “Libertà per Abdullah Öcalan – Pace in Kurdistan”.
Di seguito le informazioni nel dettaglio:

CIVILTÀ CAPITALISTA E CIVILTÀ DEMOCRATICA

Il seminario sarà tenuto da Havin Gusener e Yilmaz Orkan. Traduzione dall’inglese di Maria Edgarda Marcucci
𝐇𝐚𝐯𝐢𝐧 𝐆𝐮𝐧𝐞𝐬𝐞𝐫 è un’ingegnera, giornalista e attivista per i diritti delle donne che scrive e discute ampiamente di Abdullah Öcalan e della rivoluzione in Rojava. Riconosciuta come voce autorevole per la discussione di processi di trasformazione, è una delle portavoce dell’Iniziativa Internazionale “Libertà per Abdullah Öcalan – Pace in Kurdistan” e traduttrice di diversi libri di Öcalan.Fa parte del comitato consultivo della rivista Jineoloji ed è autrice di “Art of Freedom: Brief History of Kurdish Liberation Movement”, testo che sta facendo il giro del mondo per chiarezza e prospettive.Fa parte del comitato consultivo della rivista Jineoloji ed è autrice di “Art of Freedom: Brief History of Kurdish Liberation Movement”, testo che sta facendo il giro del mondo per chiarezza e prospettive.𝐘

𝐢𝐥𝐦𝐚𝐳 𝐎𝐫𝐤𝐚𝐧 è il portavoce dell’Ufficio Informazione per il Kurdistan in Italia, da moltissimi anni impegnato tenacemente nella diplomazia in Europa a favore del popolo Kurdo.

E’ appena stato tradotto in italiano, grazie a ”Iniziativa Internazionale Libertà per Öcalan – Pace in Kurdistan” ed alle “Edizioni Punto Rosso”, il secondo volume di cinque del “𝐌𝐚𝐧𝐢𝐟𝐞𝐬𝐭𝐨 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐜𝐢𝐯𝐢𝐥𝐭𝐚̀ 𝐝𝐞𝐦𝐨𝐜𝐫𝐚𝐭𝐢𝐜𝐚”, di Abdullah Öcalan, leader del movimento curdo e teorico del Nuovo Paradigma. Nonostante la sua detenzione in isolamento da più di vent’anni, i suoi testi hanno contribuito in maniera determinante alle esperienze di democrazia diretta in medioriente, tra Siria, Iraq e Turchia. Centralità delle donne, ecologia e democrazia diretta sono i cardini di un progetto realizzabile.

𝐏𝐑𝐎𝐆𝐑𝐀𝐌𝐌𝐀:

-> h 14:00 accoglienza – caffetteria

-> h 14:00 accoglienza – caffetteria

-> h 15:00 inizio Seminario “Manifesto della civiltà democratica”. Approfondimenti sulla modernità capitalista a partire dai primi due volumi:

𝐶𝑖𝑣𝑖𝑙𝑡𝑎̀ 𝑒 𝑣𝑒𝑟𝑖𝑡𝑎̀ – 𝐿’𝑒𝑟𝑎 𝑑𝑒𝑔𝑙𝑖 𝐷𝑒𝑖 𝑚𝑎𝑠𝑐ℎ𝑒𝑟𝑎𝑡𝑖 𝑒 𝑑𝑒𝑖 𝑅𝑒 𝑡𝑟𝑎𝑣𝑒𝑠𝑡𝑖𝑡𝑖

𝑀𝑎𝑛𝑖𝑓𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑐𝑖𝑣𝑖𝑙𝑡𝑎̀ 𝑑𝑒𝑚𝑜𝑐𝑟𝑎𝑡𝑖𝑐𝑎 — Volume 1

Il sistema di civiltà statalista, sorto sulla base della formazione intrecciata di classi, città e Stato, si è moltiplicato fino alla fase finanziaria, l’ultima fase del capitalismo, che si basa principalmente sullo sfruttamento e sull’oppressione delle comunità agricole e dei villaggi e, più tardi, dei lavoratori urbani. Se la civiltà statalista vecchia di cinquemila anni è in grado di continuare la sua esistenza a dispetto della civiltà democratica, è essenzialmente dovuto alla sua egemonia ideologica. Sistemi basati sulla coercizione e la tirannia possono avere successo solo se hanno egemonia ideologica. Pertanto il conflitto principale non è solo a livello di divisione di classe, ma anche a livello di civiltà.

Il sistema di civiltà statalista, sorto sulla base della formazione intrecciata di classi, città e Stato, si è moltiplicato fino alla fase finanziaria, l’ultima fase del capitalismo, che si basa principalmente sullo sfruttamento e sull’oppressione delle comunità agricole e dei villaggi e, più tardi, dei lavoratori urbani. Se la civiltà statalista vecchia di cinquemila anni è in grado di continuare la sua esistenza a dispetto della civiltà democratica, è essenzialmente dovuto alla sua egemonia ideologica. Sistemi basati sulla coercizione e la tirannia possono avere successo solo se hanno egemonia ideologica. Pertanto il conflitto principale non è solo a livello di divisione di classe, ma anche a livello di civiltà.

𝐿𝑎 𝑐𝑖𝑣𝑖𝑙𝑡𝑎̀ 𝑐𝑎𝑝𝑖𝑡𝑎𝑙𝑖𝑠𝑡𝑎 – 𝐿’𝑒𝑟𝑎 𝑑𝑒𝑔𝑙𝑖 𝐷𝑒̀𝑖 𝑠𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑚𝑎𝑠𝑐ℎ𝑒𝑟𝑎 𝑒 𝑑𝑒𝑖 𝑅𝑒 𝑁𝑢𝑑𝑖

𝑀𝑎𝑛𝑖𝑓𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑐𝑖𝑣𝑖𝑙𝑡𝑎̀ 𝑑𝑒𝑚𝑜𝑐𝑟𝑎𝑡𝑖𝑐𝑎 — Volume 2

“IL CAPITALISMO NON È ECONOMIA, MA DOMINIO”

Con questo secondo volume Öcalan conclude la sua analisi della civiltà, giungendo a conclusioni radicali. Partendo dalle analisi di Fernand Braudel, Öcalan critica il capitalismo considerandolo un inutile aberrazione che non ha mai posseduto un potenziale progressista, ma che distrugge la società al suo interno. Ne descrive la forma attuale, la Modernità capitalista, come una relazione a tre tra capitalismo, industrialismo e stato nazionale.

– > Break caffetteria

-> h 17:30 1° FOCUS: 𝑃𝑟𝑖𝑛𝑐𝑖𝑝𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑐𝑖𝑣𝑖𝑙𝑡𝑎̀ 𝑑𝑒𝑚𝑜𝑐𝑟𝑎𝑡𝑖𝑐𝑎 𝑒 𝑑𝑒𝑚𝑜𝑐𝑟𝑎𝑧𝑖𝑎 𝑑𝑖𝑟𝑒𝑡𝑡𝑎: 𝑢𝑡𝑜𝑝𝑖𝑒 𝑒 𝑙𝑖𝑏𝑒𝑟𝑡𝑎̀ 𝑟𝑒𝑎𝑙𝑖𝑧𝑧𝑎𝑏𝑖𝑙𝑖.
L’esperienza ormai decennale della rivoluzione del Rojava ci ha posto di fronte alla possibilità di continuare a sognare un mondo differente. L’esperienza di auto-amministrazione di ampie fette di territorio nella Siria del Nord – Est si basa su dei cardini che hanno a che fare con l’utopia di una Civiltà differente, democratica. Quali principi e quali soluzioni?

h 18:30 2°FOCUS: 𝐿’𝑎𝑛𝑎𝑙𝑖𝑠𝑖 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑚𝑜𝑑𝑒𝑟𝑛𝑖𝑡𝑎̀ 𝑐𝑎𝑝𝑖𝑡𝑎𝑙𝑖𝑠𝑡𝑎 𝑠𝑢𝑙𝑙𝑎 𝑔𝑢𝑒𝑟𝑟𝑎 𝑒 𝑙𝑒 𝑠𝑜𝑙𝑢𝑧𝑖𝑜𝑛𝑖 𝑑𝑖 𝑝𝑎𝑐𝑒: 𝑙𝑒 𝑐𝑜𝑛𝑛𝑒𝑠𝑠𝑖𝑜𝑛𝑖 𝑡𝑟𝑎 𝑖 𝑐𝑜𝑛𝑓𝑙𝑖𝑡𝑡𝑖 𝑖𝑛 𝐸𝑢𝑟𝑜𝑝𝑎 𝑒𝑑 𝑖𝑛 𝑀𝑒𝑑𝑖𝑜𝑟𝑖𝑒𝑛𝑡𝑒.

Da decine di anni il Medioriente è devastato da guerre e conflitti di diversi tipi. In Europa vediamo lo sviluppo di nuovi conflitti espliciti attraverso la guerra tra Russia ed Ucraina ed i “processi di pace” sono portati avanti da Recep Tayyip Erdoğan, presidente della Turchia, fautore delle decennali, ma anche recentissime aggressioni alle varie esperienze rivoluzionarie Kurde ed esperienze di convivenza tra popoli differenti.La modernità capitalista è debole e si alimenta attraverso conflitti di portata sempre più ampia. Nel “Manifesto della civiltà democratica” si sviluppano gli intrecci di questo dominio e si aprono possibilità di pace in antitesi alla distruzione della Civiltà e del mondo.La modernità capitalista è debole e si alimenta attraverso conflitti di portata sempre più ampia. Nel “Manifesto della civiltà democratica” si sviluppano gli intrecci di questo dominio e si aprono possibilità di pace in antitesi alla distruzione della Civiltà e del mondo.

𝑰𝒍 𝒔𝒆𝒎𝒊𝒏𝒂𝒓𝒊𝒐 𝒔𝒊 𝒔𝒗𝒐𝒍𝒈𝒆𝒓𝒂̀ 𝒂𝒍𝒍𝒐 𝑺𝒑𝒂𝒛𝒊𝒐 𝑨𝒏𝒕𝒂𝒈𝒐𝒏𝒊𝒔𝒕𝒂 𝑵𝒆𝒘𝒓𝒐𝒛, 𝒊𝒏 𝒗𝒊𝒂 𝒈𝒂𝒓𝒊𝒃𝒂𝒍𝒅𝒊 72 – 𝑷𝒊𝒔𝒂. (Gradita la prenotazione: 3458410718)

𝑺𝒂𝒓𝒂𝒏𝒏𝒐 𝒑𝒓𝒆𝒔𝒆𝒏𝒕𝒊 𝒔𝒕𝒆𝒏𝒅 𝒊𝒏𝒇𝒐𝒓𝒎𝒂𝒕𝒊𝒗𝒊 𝒆 𝒊 𝒍𝒊𝒃𝒓𝒊 𝒅𝒊 𝒕𝒆𝒔𝒕𝒐 𝒅𝒊 𝑨𝒃𝒅𝒖𝒍𝒍𝒂𝒉 𝑶̈𝒄𝒂𝒍𝒂𝒏.

Evento FB: https://www.facebook.com/events/1174512910036763/?active_tab=about

Articolo Riscatto: https://www.riscattopisa.it/22-maggio-seminario-con-havin-gusener-civilta-capitalista-e-civilta-democratica/

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Iniziative

10° Anniversario del Genocidio di Şengal. Sabato 3 agosto al CSOA La Strada- Roma    

Appelli

All’alba del 22 maggio scorso, durante una vasta operazione di polizia, Talip è stato arrestato con una serie di accuse infamanti e surreali. Attualmente...

Iniziative

Bologna – Il 2 luglio 2024, al  Botanique – Giardini di Filippo Re a Bologna, si terrà “Tempo di Speranza”, un evento dedicato all’autodeterminazione...

Iniziative

Retrospettive Mediorientali-Imperialismo turco-Resistenza curda e conflitto palestinese..ne parliamo con,,,, Murat Cinar giornalista turco residente in Italia, esperto di Turchia e di Medio oriente, collaboratore...