Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Iraq

L’incontro Barzani-Erdogan ha mostrato che gli attacchi sono il prodotto di uno stato mentale comune

Il giornalista Nesrîn Hisên ha commentato l’incontro Barzani-Erdogan avvenuto dopo gli attacchi della Turchia affermando: “Barzani ha dimostrato di essere un complice degli attacchi della Turchia”.

Il 1° febbraio, la Turchia ha effettuato attacchi aerei simultanei su Shengal, Makhmur e sui villaggi di Dêrik e Shehba nella Siria settentrionale e orientale. Un giorno dopo gli attacchi, il presidente della regione federata del Kurdistan Nechirvan Barzani e il presidente dell’AKP Tayyip Erdogan si sono incontrati ad Ankara.

Nesrîn Hisên, giornalista di Shengal, ha valutato gli attacchi contro la regione e l’incontro Erdogan-Barzani.

Il giornalista Nesrîn Hisên ha affermato che la Turchia ha preso di mira il sistema di autogoverno con i suoi attacchi e vuole farsi spazio in queste regioni, e ha affermato che la Turchia ha compiuto tali attacchi perché sapeva di non poter controllare un popolo che si autogoverna.

Arrabbiato dalla reazione della Turchia alla sconfitta dell’Isis, Nesrîn Hisên ha affermato che il popolo non si è tirato indietro di fronte agli attacchi.

L’accordo di Shengal

Richiamando l’attenzione sull ‘”accordo di Shengal” firmato tra Baghdad e Hewlêr il 9 ottobre 2020, Hisên ha dichiarato: “Attuare l’accordo del 9 ottobre significa distruggere gli yazidi. Se cercheranno di attuare l’accordo del 9 ottobre a Shengal, incontreranno la resistenza.”

Il paradigma di Öcalan

Affermando che il motivo principale degli attacchi è il modello di autogoverno implementato nel quadro delle idee del leader del PKK Abdullah Öcalan, Hisên ha sostenuto: “Gli attacchi aerei della Turchia dal 2017 sono aumentati.

Da allora quasi il 90 per cento di Shengal è stato bombardato. La Turchia ha preso di mira i leader degli yazidi in ogni attacco che ha effettuato. Perché Shengal è un’area strategica e un luogo di resistenza. Dopo il massacro contro gli yazidi, i giovani e le donne si sono organizzati secondo l’ideologia di Öcalan. Attualmente, gli yazidi si stanno raccogliendo attorno a questa ideologia contro gli attacchi.

Gli yazidi non sono più gli stessi di prima. C’è una grande resistenza a Shengal. La Turchia non può tollerare questa resistenza e continua con i suoi attacchi”.

Attacchi pianificati

Sottolineando il silenzio del governo iracheno contro questi attacchi, Nesîn Hisên ha dichiarato: “La Turchia ha attaccato l’80a divisione di fanteria di Hashd al-Shaabi. Questa situazione deve essere una perdita per l’Iraq. Ma sfortunatamente l’Iraq è rimasto in silenzio contro questi attacchi.Tutti dovrebbero saperlo bene. Gli yazidi non hanno paura di queste minacce. Gli yazidi stanno resistendo ai piani sporchi della Turchia.Sappiamo benissimo che la Turchia non effettua da sola alcun attacco. Ogni attacco è pianificato. Gli yazidi non si inchineranno mai di fronte a questi attacchi”.

Incontro di apprezzamento

Valutando l’incontro tra Neçîrvan Barzani ed Erdoğan, Nesrîn Hisên ha proseguito: “Dopo gli attacchi contro Şhengal, Makhmur e Rojava Kurdistan, Neçîrvan Barzani ha incontrato Erdoğan. In questo incontro hanno discusso sul tipo di attacchi che potrebbero essere effettuati in futuro.L’incontro di Barzani con Erdoğan è indice del suo apprezzamento. Barzani ha ringraziato Erdogan per aver attaccato Makhmur, Shengal e Dêrik. Questa foto ha dimostrato anche che Barzani è un complice della Turchia negli attacchi”.

MA / Zeynep Durgut

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i diritti umani ha affermato che nei primi sei mesi del 2024 si sono verificate 3.900 violazioni dei diritti nel Kurdistan settentrionale....

Turchia

Ad Amed (Diyarbakir) i sostenitori di Hüda Par stanno diventando sempre più violenti. Il partito islamista, che l’anno scorso è entrato nel parlamento turco...

Diritti umani

ŞIRNEX – Molti edifici storici saranno allagati se verrà completata la costruzione della “diga Cizre” sul fiume Tigri. Il progetto della “Diga di Cizre”...

Libertà per Öcalan

In una conferenza stampa tenutasi presso la sede del partito ad Ankara, la portavoce Ayşegül Doğan ha sottolineato le violazioni dei diritti umani nella...