Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Diritti umani

Arresti al funerale di Birsen Kars, la sopravvissuta alla strage dell’operazione ‘Ritorno alla vita’

Birsen Kars, sopravvissuta al massacro dell’operazione “Ritorno alla vita” è morta in Germania, dove era in cura per un cancro. La polizia ha arrestato 16 persone durante il funerale di Birsen, che è stata trasferita ad Istanbul. Sopravvissuta all'”Operazione Ritorno alla vita” messa in atto il 19 dicembre 2000 contro i prigionieri e i detenuti che erano in sciopero della fame contro le carceri di tipo F, è morta domenica 6 febbraio a Stoccarda. Birsen era stata arrestata durante nel 1992 mentre era una studentessa di ingegneria industriale all’Università di Istanbul ed era condannata a 15 anni di carcere per “appartenenza a un’organizzazione illegale”.  Aveva contratto il cancro poco dopo il suo rilascio e viveva in Germania. Il funerale di sua volontà è stato trasferito ieri in Turchia dalla Germania.

La decisione dell’autopsia non è legale

Il corpo di Birsen Kars, che è stato portato a Istanbul con il certificato di sepoltura e trasferimento rilasciato dalla Procura di Stoccarda, è stato prelevato ieri sera dalla polizia dall’aeroporto Sabiha Gökçen e portato all’Istituto di medicina legale per l’autopsia. Gli avvocati di Kars hanno rilasciato la seguente dichiarazione sui loro account sui social media in merito al trasferimento del corpo all’Istituto di medicina legale:
“Nonostante l’approvazione della sepoltura e l’approvazione del trasferimento data dalla Procura di Stoccarda per Birsen Kars, un’autopsia non è un requisito legale e scientifico in Turchia. Il fatto che il funerale non sia concesso ai nostri parenti è un’usurpazione del diritto alla sepoltura, del diritto al funerale”.

16 persone detenute

La famiglia, i parenti e gli avvocati di Birsen hanno aspettato davanti all’Istituto di medicina legale fino a tarda notte per la consegna del corpo. La salma è stata consegnata alla famiglia a tarda notte. Secondo le dichiarazioni rilasciate dai suoi avvocati sui social, il corpo di Birsen Kars è stato portato al Gazi Cemevi, accompagnato da un convoglio della polizia.
Secondo le informazioni rilasciate dagli avvocati,  NA che si è opposto alla perquisizione della polizia all’ingresso del Gazi Cemevi è stato arrestato. Mentre la salma di Birsen veniva portata al Cemevi, la polizia ha arrestato 16 persone con l’accusa di “lodare il crimine e il criminale”, “fare propaganda per un’organizzazione terroristica” e “resistenza a pubblico ufficiale”.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...

Turchia

Affermando che il diritto di essere eletto del co-sindaco della municipalità metropolitana di Van, Abdullah Zeydan, è stato usurpato per ordine del ministro della...