Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Opinioni e analisi

Imralı come prigione della NATO

“Il sistema di isolamento e di tortura a Imralı è stato progettato ed applicato giorno e notte 24 ore su 24, 7 giorni su 7, così come la cospirazione internazionale del 15 febbraio è stata progettata e applicata come operazione NATO-Gladio”, scrive Meral Çiçek per Yeni Özgür Politika.

Il Penitenziario dello Stato orientale era la prigione più “famigerata” del suo tempo, non solo perché Al Capone, il noto leader della mafia,una volta era un detenuto di questa prigione, ma anche perché questa prigione di Philadelphia era la prima “casa di correzione”, nella quale l’isolamento fu applicato sistematicamente per la prima volta o meglio fu la prima prigione, in cui l’isolamento e la tortura furono concepiti come un sistema.

Quando questa prigione aprì le sue porte nel 1829 per i “criminali” che avevano bisogno di essere “riabilitati”, fu progettata come un capolavoro architettonico. Questa prigione, che sembrava un castello del Medioevo se guardata dall’esterno e inorridiva i prigionieri al loro primo ingresso, era composta da 7 lunghi blocchi alti, tutti collegati al centro. Questa è una delle prime strutture in cui è stato adottato il tipo di prigione panòttica sviluppata da Jeremy Bentham nel 1785.La prigione era il prototipo dell’idea di isolamento. Era vietato ai detenuti incarcerati in celle di una sola persona parlare o comunicare con chiunque all’interno o all’esterno della prigione.

Tutte le celle hanno le proprie aree di aria libera, il che impedisce ai detenuti di vedersi o parlare tra loro durante il loro tempo di aria libera di un’ora. Non c’erano diritti per le visite. L’unico libro che si poteva leggere era la Bibbia. Il penitenziario dello stato orientale è il prototipo della prigione dell’isola di Imralı.In realtà rivela che lungi dall’essere “domestico” o “nazionale”, il sistema di isolamento di Imralı è piuttosto americano.Il sistema di isolamento e tortura a Imralı è stato progettato ed applicato giorno e notte per 7/24, così come la cospirazione internazionale del 15 febbraio è stata progettata e applicata come operazione NATO-Gladio.

Il sistema di isolamento e tortura imposto al leader Apo (Abdullah Öcalan) non è applicato in nessuna parte del mondo, nella forma particolare che viene applicata a Imralı. Sebbene nessun detenuto sia incarcerato da solo sull’isola carceraria, tutti i diritti fondamentali che i detenuti dovrebbero avere in base al diritto internazionale (come il diritto di essere visitati, il diritto di comunicare tramite telefonata o lettera ecc.) sono stati violati in modo così sconsiderato. L’isolamento e la tortura inflitti al leader Apo sono unici.

Se fosse solo la Repubblica di Turchia dietro l’applicazione di questo sistema, i 22 anni di lotta contro l’isolamento sarebbero alla fine riusciti in questo periodo di tempo, ma gli Stati Uniti e la NATO, che è l’egemonia capitalista stessa, stanno dietro questo sistema .

Questa realtà è dimostrata chiaramente dall’atteggiamento del Comitato per la prevenzione della tortura (CPT), la cui delegazione non ha visitato l’isola di Imralı durante la sua ultima visita in Turchia.

Pertanto, è molto importante lanciare e sostenere la campagna internazionale per la libertà per Abdullah Öcalan, considerando e riconoscendo le caratteristiche internazionali e interstatali del sistema di isolamento e tortura su Imralı. La lotta da intraprendere per rovesciare il sistema di isolamento su Imralı ha tutte le opportunità oggi, più che mai, per rivolgersi alle potenze internazionali che sostengono questo concetto di isolamento.

* Ufficio per le relazioni delle donne curde (REPAK)

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...