Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Ayşe Acar Başaran HDP: Lo stupro è un metodo di guerra

Ayşe Acar Başaran, portavoce del Consiglio delle Donne del Partito democratico dei popoli (HDP), ha commentato nel corso di una conferenza stampa ad Ankara l’aumento delle molestie sessuali e dei casi di stupro nel Kurdistan settentrionale.

In modo particolare, ha richiamato l’attenzione sul tentativo di stupro di una ragazza di tredici anni a Şırnak  e lo stupro di una ragazza di diciassette anni a Batman. In entrambi i casi gli autori erano sottufficiali dell’esercito turco.

Ciò comprende anche la repressione contro le donne politicamente attive, ha affermato Ayşe Acar Başaran e ha aggiunto: “Sappiamo cosa si intende usando i cani nella tortura di Rojbin Çetin, arrestando donne di settant’anni e criminalizzando l’associazione delle donne Rosa. Questo per segnalarci che siamo di fronte a tutti gli strumenti di violenza quando ci difendiamo dagli attacchi alle donne “.

Per quanto riguarda i recenti omicidi di donne in Turchia, Ayse Başaran ha dichiarato: “Per ogni uccisione di una donna, dichiariamo di nuovo che è il risultato della politica dell’AKP. Nel solo giugno, 27 donne sono state uccise, altre 23 sono morte in modo sospetto. Da quando l’AKP è giunto al potere, oltre 3000 donne sono state assassinate. Questo è un femminicidio “.

L’esponente politica di HDP ha anche criticato la violenza della polizia durante le proteste delle donne contro la violenza patriarcale sulle donne. Ha mostrato le foto di attiviste di Muğla, maltrattate dalla polizia durante la protesta contro l’uccicione della studentessa 27enne Pinar Gültekin.

L’Ayşe Acar Başaran ha inoltre affrontato il dibattito sul ritiro dalla Convenzione di Istanbul sulla violenza contro le donne del Consiglio d’Europa. La Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne è stata adottata in una conferenza a Istanbul nel 2011 e ratificata dalla Turchia lo stesso anno.

I politici dell’AKP credono che metta in discussione i valori tradizionali. All’inizio di luglio, il vice leader dell’AKP Numan Kurtulmuş ha dichiarato che la firma della convenzione era sbagliata. Ha affermato che la convenzione ha messo in discussione le tradizionali immagini di genere, ha incoraggiato i gruppi LGBT e ha messo in pericolo la famiglia.

Ayse Başaran ha spiegato che questa discussione è inaccettabile quando le donne vengono assassinate e violentate quotidianamente: “Ogni giorno ci sono dibattiti televisivi su questo argomento, ma le donne non hanno la possibilità di parlare.

Si pretende che la Convenzione di Istanbul sia un atto di misericordia da parte del governo. Questo non è vero. La Convenzione di Istanbul è il risultato di una lotta condotta da migliaia di donne. Non permetteremo che questo risultato ci venga tolto.

Non abbiamo alcuna garanzia da parte del governo, della polizia o della magistratura, che, con la sua politica di impunità, incoraggia gli uomini violenti. La nostra garanzia sono i diritti per i quali abbiamo combattuto a cui non rinunceremo mai “.

ANF

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...

Turchia

Affermando che il diritto di essere eletto del co-sindaco della municipalità metropolitana di Van, Abdullah Zeydan, è stato usurpato per ordine del ministro della...