Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

La Corte suprema decreta il rilascio dell’ex co-presidente di HDP Selahattin Demirtaş

La Corte costituzionale di Turchia ha decretato la liberazione dell’ex co-presidente del Partito democratico dei popoli -HDP- incarcerato Selahattin Demirtaş, affermando che la lunga detenzione del politico viola la Costituzione in quanto supera una “durata ragionevole”.

Tuttavia, gli avvocati hanno affermato che Demirtaş non sarà rilasciato in quanto un altro caso contro di lui lo costringe alla detenzione. La Corte suprema ha anche ordinato allo Stato di pagare 50.000 lire turche ($ 7.289) in compensazione a Demirtaş. Ha inviato una copia della decisione al Ministero della Giustizia e al tribunale penale di Ankara.

Il 19 settembre 2019 il tribunale penale di Ankara si era già pronunciato per il rilascio di Demirtaş nel caso per il quale la Corte costituzionale aveva dichiarato che si era verificata una “violazione” dei diritti. La sentenza del tribunale di Ankara è giunta a seguito delle numerose richieste di rilascio di Demirtas da parte della Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU) alla Turchia.

Una volta che il tribunale di Ankara ha stabilito che Demirtaş doveva essere liberato in attesa del processo, i pubblici ministeri hanno quindi avviato una nuova indagine sul politico e hanno chiesto nuovamente il suo arresto prima che potesse essere liberato.

Benan Molu, uno degli avvocati di Demirtaş, ha dichiarato che il politico rimarrà dietro le sbarre nella prigione di massima sicurezza di Edirne nonostante la sentenza della Corte costituzionale.

“La Corte costituzionale ha stabilito che l’incarcerazione di Selahattin Demirtaş tra il 4 novembre 2016 e il 2 settembre 2019 ha superato una durata ragionevole”, ha affermato Molu su Twitter.

“Il giorno in cui è stato rilasciato, Demirtaş è stato nuovamente arrestato nel contesto di un’indagine, in cui non era un sospetto, quindi questa sentenza non garantisce la sua liberazione”, ha dichiarato.

 

ANF

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Un tribunale turco ha rilasciato sotto controllo giudiziario la famosa avvocatessa Feyza Altun dopo la sua detenzione per la sue affermazioni sulla “sharia”, dopo...

Turchia

Ahmet Türk, il candidato co-sindaco del partito DEM a Mardin, ha chiarito le sue dichiarazioni riguardo al presidente Erdoğan. Ahmet, che ha affermato che...

Turchia

Non viene accolta la richiesta che il curdo, che ancora figura nei verbali parlamentari come “lingua sconosciuta”, diventi la lingua dell’istruzione. I dirigenti delle...

Turchia

ANKARA- Il microfono della deputata del partito DEM Beritan Güneş, che ha parlato in curdo all’Assemblea generale del Parlamento in occasione della Giornata mondiale...