Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Comunicati

„Il ricatto all’Europa riguarda l’occupazione della Siria del nord“

L’Amministrazione Autonoma della Siria del Nord e dell’Est in una dichiarazione sottolinea che non è possibile una soluzione fino a quando la Turchia sarà presente nella regione e chiede la liberazione di tutti i territori occupati.

Gli attacchi contro la Siria del nord e dell’est al riparo dell’escalation a Idlib aumentano. L’Amministrazione Autonoma della Siria del Nord e dell’Est ha rilasciato in proposito una dichiarazione scritta in cui attribuisce alla Turchia e al governo a Damasco la responsabilità per il fatto che la guerra continua: „Gli attori che hanno la responsabilità del fatto che la crisi in Siria continua e diventa più profonda, sono il governo a Damasco con la sua ostinazione per una soluzione militare e lo Stato con le sue aspirazioni di annessione in Siria.

Fino a quando lo Stato turco è presente nella regione, non è possibile una soluzione. Tutti i territori occupati devono essere di nuovo liberati. Il Presidente turco e il suo governo vogliono restare in Siria in modo duraturo e ricattano l’Europa con i profughi. Per lo si tratta sempre delle loro ambizioni di occupazione. Come Amministrazione Autonoma mettiamo in guardia ancora una volta: lo Stato turco rappresenta la più grande minaccia per il futuro della Siria. Dobbiamo lottare insieme contro la politica di invasione e ricatto.“

Fonte: ANF

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....