Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Opinioni e analisi

Idlib: Jihadisti indossano uniformi turche

La Turchia è passata a far indossare uniformi turche agli jihadisti nella regione contesa di Idlib in Siria e a equipaggiarli con veicoli corazzati dell’esercito turco.L’esercito turco è passato a una nuova tattica per fermare l’avanzata delle truppe russe e siriane a Idlib. Jihadisti dell’alleanza mercenaria ENS („Esercito Nazionale Siriano“) sono stati vestiti con uniformi turche e ora vengono dislocati a Idlib. L’ENS è un’alleanza di scissioni di Al-Qaida come Ahrar al-Sham e gruppi reclutati tra estremisti di destra turchi e membri di IS e Al-Nusra. In particolare la Brigata Hamza, la Brigata Sultan-Murad, la Brigata Sultan-Süleyman-Shah e la Brigata Muntasir-Bilallah sono state equipaggiate con uniformi turche e trasferite a Idlib dopo un addestramento in Turchia.

Componenti dei servizi segreti turchi MIT e del reparto per la guerra speciale fin dall’inizio della guerra civile sono attivi nel Paese. Finora però hanno indossato in prevalenza uniformi dei diversi gruppi armati. Ora lo Stato turco cerca di restare nella regione vestendo gli jihadisti con uniformi delle proprie forze armate.

Spostamento di truppe a Idlib

L’esercito turco negli ultimi dieci giorni ha portato circa 1.500 veicoli militari nella regione. Gli jihadisti sono stati dislocati nelle „postazioni di osservazione“ della Turchia e nelle postazioni di nuova costruzione.

Queste truppe sarebbero state messe in posizione anche nelle quattro postazioni militari che sono state costruite dalle truppe turche per fermare l’avanzata russo-siriana. Da lì attaccano unità russe e siriane con carri armati e artiglieria. Dopo la caduta di Saraqib molti jihadisti si sono ritirati presso le postazioni di osservazione turche.

Intanto, secondo quanto riferito dall’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani (SOHR) la scorsa settimana sarebbero stati trasferiti a Idlib 240 veicoli militari turchi. Nella regione si troverebbero 5.000 soldati dell’esercito turco. Dall’inizio di febbraio secondo stime sarebbero arrivati a Idlib complessivamente 1480 veicoli militari dalla Turchia.

„Prepararsi al peggiore dei casi“

Secondo una notizia pubblicata domenica da Reuters, a Reyhanli in Turchia ha avuto luogo una riunione convocata dall’esercito turco e dal MIT con oltre quaranta comandati jihadisti. Agli jihadisti in quell’occasione sarebbe stato spiegato che i colloqui con Mosca si sono svolti senza risultati e che dovevano prepararsi al peggiore die casi. Siria e Russia avrebbero violato tutti gli accordi e sarebbe iniziato un periodo nuovo.

di ERSIN ÇAKSU

Fonte: ANF

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...

Turchia

Affermando che il diritto di essere eletto del co-sindaco della municipalità metropolitana di Van, Abdullah Zeydan, è stato usurpato per ordine del ministro della...