Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

A Berlino annunciate proteste contro Erdoğan

Domenica il capo di Stato turco Erdoğan arriva a Berlino per il vertice sulla Libia.Il comitato di azione di Berlino e il coordinamento della campagna #RiseUp4Rojava chiamano a proteste nel quartiere governativo.

Domenica a Berlino si svolge la conferenza del governo federale sulla Libia a lungo annunciata, con la partecipazione di capi di Stato e di governo a livello internazionale. Il comitato d’azione di Berlino per le 10.00 chiama alla protesta contro il Presidente turco Recep Tayyip Erdoğan davanti all’ufficio della cancelleria/Reichstag: „Vogliamo salutarlo nel modo che merita un criminale di guerra: con la protesta nelle piazze! Alzate la voce contro i crimini dell’esercito turco e dei suoi partner jihadisti in Rojava, in Turchia e in Kurdistan del nord, in Kurdistan del sud e ora anche in Libia!“

„Dittatore con ambizioni di grande potenza

In un appello della campagna #RiseUp4Rojava si afferma:

Ancora una volta arriva a Berlino il fascista e Presidente dello Stato turco Erdoğan. Il 19 gennaio 2020 Erdoğan è atteso a Berlino per prendere parte al cosiddetto „Processo di Berlino“. In questo incontro, sotto la direzione di alcuni Stati, dovranno svolgersi consultazioni sulla crisi in Libia. Consultazioni a questo proposito non significa altro che il fatto che gli Stati imperialisti cercano di garantire i rispettivi interessi.

Erdoğan nei giorni scorsi ha già inviato suo i mercenari jihadisti in Libia. Proprio quei mercenari che dal 2018 in Rojava commettono assassinii, stuprano e saccheggiano. L’esercito turco invece in Libia dovrà concentrarsi unicamente della costruzione di infrastruttura e di „consulenza“ perché i soldati turchi non vengano coinvolti direttamente in azioni di combattimento. La guerra contro il Rojava, contro il Kurdistan del sud, la dittatura in Turchia e la repressione nei confronti della popolazione in questo sono solo parte di un’idea più grande. Perché anche in Libia possiamo vedere di cosa si tratta davvero per Erdoğan: la ricreazione di aree di influenza dell’ex Impero Ottomano.

Noi non accettiamo che questo dittatore venga corteggiato a Berlino. Noi siamo contro il fascismo turco e le sue ambizioni di grande potenza. Ma ci posizioniamo anche contro la amicizia dello Stato tedesco e contro l’imperialismo tedesco che è altrettanto responsabile per la sofferenza, la miseria e l’oppressione.

Questo vertice è un nuovo tentativo dello Stato tedesco di costituirsi come potenza determinante a livello internazionale. La strategia globale della Germania oggi unisce in modo sempre più forte l’intervento economico e militare. Facciamo saltare insieme questa strategia. Attenzione agli annunci. Tutti insieme contro il fascismo!

Fonte: ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...

Turchia

Affermando che il diritto di essere eletto del co-sindaco della municipalità metropolitana di Van, Abdullah Zeydan, è stato usurpato per ordine del ministro della...