Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Hesen Emin: Indizi rispetto all’uso di armi chimiche

Il direttore dell’ospedale di Til Temir riferisce che in alcune ustioni sono stati trovati indizi dell’uso di armi chimiche. Nell’ospedale Lêgêrîn a Til Temir dal 9 ottobre sono stati portati oltre 550 feriti e 100 civili morti. Hesen Emin, direttore dell’ospedale riferisce in particolare in alcune ustioni sono stati trovati indizi dell’uso di armi chimiche.

Emin riferisce all’agenzia stampa ANHA che i 550 feriti e i 100 morti sono soprattutto persone anziane e bambini e che tutti hanno ferite conseguenza dei bombardamenti.

Nelle ustioni ci sono indizi dell’uso di armi chimiche

„Presumiamo che una parte dei casi di ustione che arrivano qui all’ospedale sia riconducibile all’uso di armi chimiche”, dichiara Emin. „Per questa ragione chiediamo all’opinione pubblica internazionale e alle organizzazioni umanitarie di impegnarsi per l’istituzione di un corridoio umanitario. L’attacco mira a assassinare i popoli della Siria del nord e dell’est.“

Sparano sulle ambulanze

Şêrîn Ismail di Heyva Sor a Kurd a Til Temir dichiara che non ci sono abbastanza ambulanze e che le truppe di invasione prendono di mira in particolare proprio le ambulanze.

https://www.youtube.com/watch?v=HvoQ47eYAxk&feature=youtu.be

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...