Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Iraq

Peshmerga trasferiti a Zaxo

Un grande contingente di peshmerga del KDP è stato trasferito a Zaxo. Lo spostamento è stato preceduto da annunci che il KDP procederà di nuovo contro il movimento di liberazione curdo insieme alla Turchia.Secondo quanto riferito dall’agenzia stampa RojNews un grande contingente di peshmerga del partito di governo KDP, equipaggiato con veicoli corazzati è stato spostato a Derkarê nell’area di Zaxo nel Kurdistan del sud. Lo spostamento secondo le informazioni avrebbe già avuto luogo il 28 luglio. Sono disponibili immagini del trasporto delle truppe.

Già in precedenza il KDP aveva inviato 15 veicoli con materiali militari e molti peshmerga nelle regioni Bradost e Berbizina. Lì, secondo gli annunci, dovrebbero sostenere l’esercito turco nei suoi attacchi al movimento di liberazione curdo. Il regime Barzani del KDP dipende politicamente e economicamente dalla Turchia e sembra essere disposto ad accettare una nuova sanguinosa guerra civile tra curdi per indebolire il desiderio di libertà e democrazia nella regione nell’interesse della Turchia.

Fonte: ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...