Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

Avvocat* in carcere per aver difeso le famiglie del disastro nella miniera di SOMA

Avvocat* dello Studio Legale del Popolo in carcere per aver difeso famiglie del disastro nella miniera di SOMA.Lo Studio Legale del Popolo (HHB) a Istanbul ha subito una retata di polizia il 20 giugno l’amministratore dell’Associazione degli Avvocati Contemporanei (CHD) di Istanbul, Ebru Timtik e i/le componenti Aysegul Cagatay, Gorkem Agdede e Nadide Ozdemir sono stat* arrestat*.

Dieci avvocat* e un* dipendente di HHB attualmente sono in carcere, oltre a 10 avvocat* del CHD. Contro 8 avvocat* del CHD sono stati spiccati mandati di cattura. Anche un avvocato dell’OHP è in carcere. A centinaia di avvocat* è vietato occuparsi di casi politici, mentre altre centinaia hanno procedimenti penali in corso contro di loro.

I/le avvocat* si sono pronunciat* contro la pressione nei loro confronti e gli arresti con interventi di Gokmen Yesil del CHD e Yaprak Turkmen dell’HHB. Yesil ha detto, “In passato ci sono stati incidenti in cui avvocati del CHD sono stati uccisi.

C’è un problema e questo problema ovviamente trova sostegno. Le persone si trovano. L’acqua trova il suo percorso. Le questioni in spariranno se fanno pressione su di noi.” Turkmen ha detto che l’HHB è ancora attivo e che continueranno il loro percorso che sanno essere giusto, accettando casi da individui che hanno subito ingiustizie anche ormai sono rimasti in pochi.

“NON PENSARE, NON PARLARE, NON DIFENDERE LA GENTE”

Yesil ha parlato delle pressioni contro gli/le avvocat* e ha detto, “C’è un’atmosfera terribile di sfruttamento e repressione nel Paese. La società ha intellettuali, avvocat* e giornalist* per denunciare casi del genere.

La pressione mira a ‘non pensare, non parlare, non difendere la gente’. Puntano a ridurre al silenzio professionist* che potrebbero amplificare la voce della gente. La polizia che calpesta gli indumenti degli accademici ad Ankara ne è una rappresentazione simbolica.”

“LA PROCURA HA CHIESTO PERCHÉ DIFENDIAMO SOMA”

Yesil ha detto che ci sono 10 componenti del CHD in carcere e 8 contro i/le quali è stato spiccato un mandato di cattura per presunta appartenenza a un’organizzazione terroristica. Yesil ha detto che durante le loro deposizioni in procura gli è stato chiesto perché avevano assunto il mandato dalle famiglie delle vittime del disastro nella miniera di Soma: “Una delle accuse contro Barkin Timtik è di avere incontri con cittadini in quartieri poveri contro le demolizioni.

Cosa altro potrebbe fare un avvocato che fa parte di una ONG come il CHD? Informare il pubblico dei suoi diritti rispetto alle demolizioni riguarda l’etica professionale ed è anche una cosa umana da fare in accordo con la nostra visione del mondo.

La posizione delle/dei nostr* collegh* disturba il governo e i suoi pubblici ministeri, questa è l’unica ragione per il loro arresto.”

Fonte: ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Memet Sıddık Akış, co-sindaco eletto del comune di Hakkari, è stato arrestato questa mattina e sostituito dal governatore di Hakkari. Il fascicolo investigativo utilizzato...

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...