Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

ESP, SKM e SGDF in sciopero della fame

ESP, SKM e SGDF hanno lanciato uno sciopero della fame contro l’isolamento a Imrali. Il Partito Socialista degli Oppressi (ESP), le Assemblee delle Donne Socialiste (SKM) e la Federazione della Associazioni Giovanili Socialiste (SGDF) hanno lanciato uno sciopero della fame alternato per sostenere gli scioperi della fame contro l’isolamento imposto al leader del popolo curdo Abdullah Öcalan, con lo slogan “Fine dell’isolamento, dare una mano a Leyla”. Il Presidente di Limter-IS Kamber Saygili, il co-Presidente dell’SGDF Okan Danaci, portavoce provinciale SKM Ezgi Bahceci, la Piattaforma Voce degli Immortali e dei Prigionieri (OTSP) e parenti dei prigionieri hanno assistito alla conferenza stampa nella sede dell’Associazione per i Diritti Umani (IHD) di Istanbul.

Milioni di persone chiedono la fine dell’isolamento

Helin Yilmaz di OTSP ha letto la dichiarazione e ha detto che gli sciopero della fame lanciati dalla co-Presidente del DTK Leyla Güven per chiedere la fine dell’isolamento sono al 163° e che anche i deputati di Amed Dersim Dag e di Van Tayip Temel e Murat Sarisac sono in sciopero della fame. Yilmaz ha detto che sono in corso scioperi della fame in tutto il mondo con la stessa richiesta e ha aggiunto: “Con loro centinaia di prigionieri politici, comunisti e patrioti resistono per mettere fine all’isolamento.” Yilmaz ha detto che mettere fine all’isolamento è una richiesta si milioni di persone e che molti prigionieri hanno continuato nelle loro case dopo essere stati rilasciati dal carcere.

Proteste contro la mancanza di consapevolezza

Yilmaz ha detto che la mancanza di consapevolezza arriva al punto di invitare alla morte e ha aggiunto: “La lotta contro l’isolamento non è all’ordine del giorno solo per il popolo curdo. Noi come ESP, SKM e SGDF pensiamo che Leyla Güven abbia ragione e che l’isolamento debba cessare immediatamente.”

Yilmaz ha affermato che sta partendo uno sciopero della fame a staffetta per condividere l’esperienza degli scioperanti e ha dato un messaggio: “Se urliamo più forte per la loro richiesta, possiamo mettere fine all’isolamento. Abbiamo la convinzione e vinceremo.”

Un Appello

Il vice co-Presidente dell’ESP Sahin Tumuklu ha detto, “Questa da una lotta politica si sta trasformando in una lotta per essere umani. Ci troviamo di fronte al compito di crescere e di tenere la posizione.”

Tumuklu ha detto: “Facciamo appello a tutte e tutti coloro che chiedono libertà e democrazia perché facciamo crescere la lotta di coloro che sono in sciopero della fame.”

Il membro dell’ESP Mesut Ceki ha detto che l’isolamento è un grave crimine contro l’umanità e ha aggiunto: “Da oggi in avanti visiteremo tutte le istituzioni per trovare vie per mettere le richieste sull’agenda del maggior numero possibile di persone.”

Gli scioperi della fame si terranno per 3 giorni per volta per un totale di 9 giorni. Gli scioperanti visiteranno ONG e associazioni e parleranno dei loro obiettivi.

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...