Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Omicidio di Recep Hantaş: arrestato un poliziotto

Per l’omicidio del ventenne Recep Hantaş a Amed è stato arrestato un poliziotto. L’HDP parla di un’esecuzione stragiudiziale perché il giovane non si è fatto reclutare come spia.  Il ventenne Recep Hantaş domenica alle 3.20 è stato ucciso dalla polizia in un parco ad Amed (Diyarbakir). È stato colpito da due pallottole. La polizia ha detto a suo fratello Efe Hantaş che si sarebbe trattato di un errore. L’ufficio del governatore ha fatto sapere che sono state usate armi da fuoco perché Hantaş non si era fermato non ostante l’alt.

Nell’ambito delle indagini della procura sono stati arrestati due poliziotti e oggi sono stati portati davanti al giudice. Contro uno dei poliziotti è stato emesso un mandato di cattura, l’altro è stato messo a piede libero.

Secondo Efe Hantaş suo fratello prima della sua morte era stato messo più volte sotto pressione dalla polizia perché facesse la spia. La portavoce giuridica del Partito Democratico dei Popoli (HDP), Ayşe Acar Başaran, ha dichiarato in proposito: „Dopo che la polizia non è riuscita a reclutare il giovane come spia, è stato ucciso consapevolmente. Questo omicidio non è il primo omicidio arbitrario delle forze di sicurezza. In particolare durante l’incarico del Ministro degli Interni Süleyman Soylu le forze di sicurezza che commettono crimini come tortura, esecuzioni stragiudiziali, violazioni dei diritti umani e maltrattamenti vengono quasi lodate per le loro attività. Mentre i casi sono ancora attuali, i responsabili vengono apparentemente sospesi e poi rimessi nell’incarico. Così si cerca di nascondere questi crimini contro l’umanità.“

La portavoce giuridica HDP ha fatto riferimento all’omicidio di Kemal Kurkut, al quale un poliziotto ha sparato in occasione del Newroz dello scorso anno e ha dichiarato inoltre: „Nelle province curde è quasi diventata la condizione normale, che neonati, giovani e anziani vengano uccisi in modo mirato. Mettiamo in guardia ancora una volta dal fatto che per via di questi eventi si perde il sentimento di giustizia. Un giorno la verità verrà alla luce. Prima o poi saranno condannati coloro che commettono, manipolano, distorcono e lasciano impuniti questi omicidi. Come HDP chiediamo la sospensione e l’arresto dei responsabili di questo omicidio.“ 

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...

Turchia

Affermando che il diritto di essere eletto del co-sindaco della municipalità metropolitana di Van, Abdullah Zeydan, è stato usurpato per ordine del ministro della...