Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Le madri del sabato sfidano il blocco dell’AKP

Nonostante il blocco della polizia, le madri del sabato si sono incontrate per la 708° volta a Istanbul chiedendo della fine dei loro congiunti. Le madri del sabato in Turchia lottano da 23 anni contro le sparizioni in custodia poliziesca. Oggi hanno chiesto per la 708° volta la verità sulla fine dei loro congiunti spariti e la punizione dei responsabili. Come già nelle scorse settimane, la polizia ha chiuso la strada nella quale si trova la sede di Istanbul dell’associazione per i diritti umani IHD. Ciò nonostante le madri del sabato si sono riunite in strada. La loro azione è stata sostenuta tra gli altri dai deputati HDP Oya Ersoy e Ali Kenanoğlu e dal deputato CHP Tanrıkulu.

La dichiarazione è stata letta da Maside Ocak, la sorella di Hasan Ocak. Maside Ocak scomparso in custodia della polizia. Prima ha protestato contro il blocco della polizia e ha dichiarato che forze finanziate con denaro pubblico vengono usate da chi detiene il potere come strumento di odio e di violenza. In seguito ha raccontato la storia di Fehim Tosun e Hüseyin Aydemir. Il 35enne Fehmi Tosun und e il suo amico 34enne Hüseyin Aydemir sono stati arrestati a Istanbul il 19 ottobre 1995 e sono scomparsi da allora. L’arresto di Fehmi Tosun da poliziotti in borghese si è verificato davanti agli occhi della sua famiglia. Ha gridato che veniva arrestato e che sarebbe stato assassinato, poi è stato spinto in una macchina e portato via.

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...