Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Siria

Preoccupazione per Idlib per l’attraversamento del confine da parte dell’esercito turco

Ci sono preoccupazioni per un accordo in “stile Afrin” tra Turchia e Russia a Idlib. Il Presidente del Partito di Innovazione Democratica Firas Qesas ha parlato con ANHA degli sviluppi a Idlib, in particolare della presenza dello Stato turco a Idlib e delle minacce del regime siriano e della Russia.

“La situazione a Idlib è molto pesante”, ha detto Qesas. “Nessuno è in grado di capire la situazione a Idlib. Ogni giorno a Idlib ci sono nuovi eventi politici o militari. Perché ci sono molti gruppi coinvolti, i terroristi si stanno reciprocamente consegnando la regione”.

Riferendosi al fatto che la maggioranza dei gruppi di mercenari sconfitti nella guerra contro il regime ora si trovano a İdlib, Qesas ha continuato: “Il nuovo scenario è questo: c’è la possibilità di un attacco congiunto alla città da parte della Russia e del regime. Se succede questo, i civili saranno quelli che pagheranno il prezzo. La Russia è esperta nella guerra, sa come vincere. Raccoglierà ogni tipo di gruppi di mercenari a İdlib e li colpiranno lì. Questa è la politica della Russia”.

I check-point istituiti dallo Stato turco a Idlib, ha detto Qesas “sono la prova che c’è un accordo tra Turchia e Russia, come c’era a Afrin. Stanno entrambi giocando a un gioco pericoloso. Ancora una volta un accordo tra Russia e Turchia per Idlib non è una cosa positiva “.

“I terroristi sono nemici del popolo siriano, ma ci sono preoccupazioni per le vite dei civili a Idlib,” ha detto Qesas, evidenziando che la presenza dello Stato turco a Idlib segnala un’operazione militare da parte della Russia e del regime siriano come in altre regioni. “Speriamo che il terrorismo a Idlib avrà fine e che forze internazionali proteggeranno la regione”, ha aggiunto.

Qesas ha detto che nessuno sa quale sarà il destino di Idlib. “Idlib – ha detto – è un problema quando si tratta di civili. Perché al regime siriano e alla Russia non importa dei civili, diversamente da quanto avviene per le Forze Siriane Democratiche. È anche possibile che la Russia e il regime possano decidere di dare alle fiamme tutta Idlib”, ha ammonito.

Attirando l’attenzione sull’attraversamento del confine da parte dello Stato turco, Qesas ha continuato: “Questo attraversamento sta avendo luogo con l’accordo della Russia come è stato a Afrin”.

Concludendo le sue osservazioni, Qesas ha detto: “Tutti i gruppi armati a İdlib sono terroristi, sono nemici del popolo siriano. Non credono né nella democrazia né in una soluzione pacifica”.

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...