Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Avviata nei social media campagna contro l’isolamento di Öcalan

Con l’hashtag #TecritiKir – rompete l’isolamento – è stata avviata una campagna contro le condizioni di isolamento aggravo del rappresentante curdo Abdullah Öcalan incarcerato sull’isola di Imrali. Con l’hashtag #TecritiKir – rompete l’isolamento – è in corso una campagna contro le condizioni aggravate di isolamento del rappresentante curdo Abdullah Öcalan incarcerato nell’isola carcere Imrali. Già all’inizio della campagna ieri sera lo hashtag in brevissimo tempo ha riscosso grande interesse. In particolare utenti di lingua turca, curda, francese, tedesca e inglese hanno chiesto la fine dell’isolamento e la partecipazione di Öcalan a un processo di democratizzazione e di pace.

Kördüğüm olmuş bir toplumu çözüyor, sizin için bitmiş bir tarihi yeniden başlatıyoruz.
Abdullah Öcalan
#TecritiKir pic.twitter.com/xkhHRcNrlG

— #Kirêt (@yikilasintc) May 24, 2018

Alcuni dei posto sotto l’hashtag #Tecritikir:

*Non si può isolare un popolo. L’isolamento di Öcalan è l’isolamento del popolo curdo.

*Da 20 anni in Turchia viene costruito un sistema di isolamento. L’isolamento a Imrali significa isolare una società intera. Alzatevi contro l’isolamento, la società deve essere liberata.

*Mettendo a tacere Öcalan la guerra viene inasprita, il numero di morti sale, viene proclamato lo stato di emergenza, le città vengono distrutte e rase al suolo. Quando parla Öcalan la Turchia si calma. Nessun consenso all’isolamento – alzati contro l’isolamento – devono arrivare pace e riconciliazione.

*Spezzate l’isolamento – per il futuro dei nostri figli e del nostro Paese, per la libertà della nostra lingua, della nostra cultura, dei nostri popoli. L’isolamento va contro tutti noi. Spezziamo l’isolamento a Imrali per nel Paese arrivi la pace.

*Öcalan è il rappresentante al quale un popolo ha legato le sue speranze, è un garante della pace e si trova da tre anni ininterrottamente in isolamento. La visita dei suoi avvocati è stata rifiutata per la 758° volta.L’isolamento è un crimine contro l’umanità.

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Libertà per Öcalan

La campagna “Libertà per Öcalan: Una soluzione politica alla questione curda” chiede al Comitato europeo per la prevenzione della tortura o dei trattamenti degradanti...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....