Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Demirtaş: siamo stati trasformati nel capro espiatorio del processo di soluzione

Selahattin Demirtaş ha continuato la sua difesa nel secondo giorno del processo e, sottolineando che l’operazione del 4 novembre è stata coordinata da volontà politica, ha detto: “Gli intermediari sono i primi a essere trasformati in capri espiatori nel processo di soluzione.” La seconda udienza nel caso del Co-Presidente del Partito Democratico dei Popoli (HDP) nel mandato precedente, Selahattin Demirtaş, continua nel suo secondo giorno. Oltre 50 avvocati stanno partecipando all’udienza mentre il Co-Presidente dell’HDP Sezai Temelli sta monitorando il caso. L’udienza si tiene nell’aula all’interno del Campus del carcere di Sincan e Demirtaş ha criticato il limite imposto per osservatori e stampa, affermando che il caso viene nascosto all’opinione pubblica.

Vorrei che l’udienza fosse trasmessa in diretta

Demirtaş ha detto: “Il caso è stato preparato attraverso i media. Se confidano tanto nei media, vorrei che l’udienza fosse trasmessa in diretta. Quando è il momento di mettermi sotto accusa, tutto è estremamente pubblico, e quando si arriva all’udienza vengono messe in atto tante precauzioni. Questo è un processo che si cerca di sottrarre alla popolazione e al pubblico. Il governo sta cercando di nascondere l’udienza al pubblico.”

500.000 persone seguirebbero se potessero

Mentre Demirtaş ha continuato le sue critiche rispetto all’udienza, il Presidente della Corte ha detto, “Chiunque voglia guardare lo può fare,” al ché Demirtaş ha risposto: “Se ognuno che vuole guardare lo potesse fare, ci sarebbero 500.000 persone a guardare.” Il Presidente della Corte ha detto che fanno entrare tutti e Demirtaş ha replicato: “Non tutti quelli che vogliono possono essere qu. Anche se lo facessero, alla fine ci sono 50 posti.”

 

ANF

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...