Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Kurdistan

La Turchia rimuove Al Nusra dalla “lista del terrore”

Il governo dell’AKP della Turchia ha rimosso Jabhat al-Nusrah (Fronte al Nusra),che ha apertamente incoraggiato e sostenuto nei suoi attacchi contro le conquiste dei curdi nel Rojava,dalla lista delle “organizzazioni terroristiche bandite”.

In questo modo, l’AKP ha abbandonato il suo sostegno allo Stato islamico d’Iraq e di Levante (ISIS), a cui un tempo ha prestato supporto, e ancora una volta ha abbracciato Al Nusra.
Nell’odierna Gazzetta Ufficiale vi e’ la decisione del Consiglio dei Ministri sulla rimozione di Al Nusra e delle organizzazioni affiliate dalla ‘lista del terrore’.

La decisione di rimuovere Al Nusra dalla lista delle organizzazioni vietate, è stata presa in una riunione del 16 giugno.In un elenco aggiornato,allegato alla decisione, non vi è alcuna menzione del Fronte di Al-Nusrah, Jabhat al-Nusrah o il Fronte della Vittoria.

Lo Stato Islamico d’Iraq e di Levante (ISIS) mantiene il suo posto in fondo alla lista, lo stesso che nella lista precedente.Il governo dell’AKP ha così reciso i suoi legami con ISIS dopo il sequestro da parte di tale organizzazione del Consolato turco di Mosul e dell’aver preso  in ostaggio il personale del consolato,e ha e accolto ancora una volta Al Nusra .

I gruppi di Al Nusra e di ISIS sono due gruppi molto conosciuti dai curdi per essersi opposti ai loro interessi nazionali.Immediatamente dopo la rivoluzione dei curdi nel Rojava,Al Nusra ha avviato attacchi nella regione,prima di essere costretto a ritirarsi dopo aver subito gravi perdite per mano delle forze di YPG-YPJ.

L’Akp non solo ha fornito supporto militare e logistico ad Al Nusra,ma ha anche chiuso un occhio sul trasporto di Al Nusra di armi pesanti, come carri armati,attraverso il confine a Serekaniye.

Dopo il ritiro di Al Nusra, ISIS ha preso il loro posto, effettuando numerosi massacri di civili curdi.Anche ISIS negli ultimi due anni,ha subito gravi battute d’arresto nei combattimenti con le forze di YPG-YPJ,ed il suo obiettivo di stabilire uno stato islamico in Rojava, e’ stato sventato.

Lo Stato turco e il governo dell’AKP hanno  sostenuto i gruppi di ISIS in cambio di attacchi contro i curdi, ma con gli sviluppi a Mosul ,ISIS si é “ribellato contro il suo sponsor”.In un ulteriore sviluppo, il ministero degli Esteri turco ha smentito la notizia che Al Nusra non è più sulla lista del terrore.

In un comunicato si legge: “Al Nusra è stato precedentemente indicato come organizzazione affiliata ad Al Qaeda in Iraq. Una decisione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha indicato Al Nusra come un’organizzazione terroristica separata.Con la decisione del Consiglio dei ministri abbiamo adattato questa decisione alla nostra legislazione.Al Nusra non è stata rimossa dalla lista delle organizzazioni terroristiche. Il suo posto nella lista è cambiato”.

I funzionari non hanno detto su quale elenco Al Nusra, che è stata completamente rimosso dalla lista del terrore aggiornata, è inclusa.

ANF – ISTANBUL 18.06.2014 

Traduzione a cura della redazione di Retekurdistan

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...