Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Proposta di HEDEP  di istituire un “Ministero delle Donne”

L’HEDEP ha presentato al Parlamento un disegno di legge per l’istituzione del Ministero delle Donne. Meral Danış Beştaş, vicepresidente del gruppo del Partito per l’uguaglianza e la democrazia dei popoli (HEDEP), ha presentato un disegno di legge alla presidenza del parlamento per istituire il Ministero delle Donne.

Nella motivazione del disegno di legge si sottolinea che le donne sono oggetto di discriminazione in ogni campo e che la questione di genere è una questione di democrazia. La proposta afferma: “Sebbene la disuguaglianza di genere non sia stata completamente eliminata nei paesi sviluppati dove la democrazia è forte, sono stati compiuti progressi significativi nello stabilire l’uguaglianza di genere, con la consapevolezza che una vera democrazia non può essere raggiunta senza l’uguaglianza di genere; pertanto, l’uguaglianza di genere e le democrazie sono direttamente collegate tra loro, si rafforzano a vicenda e sono indipendenti l’una dall’altra.

Questi sono due concetti che non possono essere menzionati senza l’altro. Sebbene la discriminazione di genere contro le donne sia presente in molte società, il tipo e il grado di discriminazione sono diversi e questa differenza è direttamente collegata allo sviluppo della democrazia.

Oggi nei paesi sviluppati la discriminazione di genere è causata dagli ostacoli che le donne incontrano nell’occupazione e nella promozione nella vita lavorativa, e dagli ostacoli che incontrano nella vita lavorativa, anche se svolgono lo stesso lavoro degli uomini.

Mentre diventa evidente in questioni come i bassi salari, nei paesi sottosviluppati o in via di sviluppo, si manifesta con problemi molto più fondamentali e seri oltre a questi problemi.”

Massacri di donne

La proposta afferma che 180 donne sarebbero state uccise nei primi 9 mesi del 2018. 280 nel 2016; 300 nel 2017; È stato affermato che più di 180 donne sono state uccise da uomini solo nei primi 9 mesi del 2018. È stato sottolineato che questa situazione è una chiara indicazione che anche il diritto umano più fondamentale delle donne, il diritto alla vita, non è protetto.

Disposizioni legali

Nella proposta “regolare l’istituzione e i principi di funzionamento del Consiglio sulla condizione delle donne istituito presso il Ministero delle donne; combattere gli stereotipi di genere e sviluppare una politica di uguaglianza di genere; combattere efficacemente tutti i tipi di discriminazione che le donne affrontano nel campo della vita sociale; legalizzazione in questa direzione effettuando studi sullo sviluppo di regolamenti e norme vincolanti; contrastare efficacemente la discriminazione basata sull’omofobia e la transfobia, la violenza e i crimini d’odio subiti dalle persone LGBTI; aumentare la consapevolezza dell’uguaglianza di genere in ogni fase dell’istruzione, a partire dall’istruzione prescolare; incoraggiare la creazione di uno status paritario tra donne e uomini, fornire alle donne risorse pubbliche e creare opportunità di lavoro nel settore con sicurezza sociale e parità di retribuzione per lo stesso lavoro, sostenere l’imprenditorialità femminile, creare modelli economici alternativi per le donne come le cooperative femminili, fornire servizi di asilo nido gratuiti nell’ambito della politica di aumento dell’occupazione femminile; Implementare l’uguaglianza di genere come politica statale fondamentale e interagire e cooperare costantemente con i governi locali e le istituzioni femminili a questo riguardo; Sono state incluse la creazione di speciali centri di supporto/consulenza per il lavoro femminile nei distretti interni ed esterni e la guida alla creazione di città a misura di donna”.

Unità di servizio del Ministero delle donne

 

Nella proposta le unità di servizio sono elencate come segue:

 

* Direzione Generale sulla Condizione delle Donne

 

* Direzione Generale sullo Status delle persone LGBTI

 

* Dipartimento per il bilancio sensibile al genere

 

* Dipartimento per la lotta efficace contro ogni tipo di violenza sessuale, fisica e psicologica contro le donne

 

* Dipartimento per la supervisione e lo sviluppo dell’occupazione femminile

 

* Direzione Generale dell’Unione Europea e delle Relazioni Estere

 

* Dipartimento Comunicazione, Documentazione e Pubblicazione

 

* Dipartimento di sviluppo strategico

 

*Consulenza legale

 

* Dipartimento delle risorse umane e dei servizi di supporto

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...

Turchia

Affermando che il diritto di essere eletto del co-sindaco della municipalità metropolitana di Van, Abdullah Zeydan, è stato usurpato per ordine del ministro della...