Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Gli avvocati portano alla Corte Costituzionale l’assoluzione dei responsabili dell’attentato alla libreria Umut

L’assoluzione dei sottufficiali, Ali Kaya e Özcan İldeniz, e Veysel Ateş, che hanno confessato il crimine, di essere gli autori dell’attentato dinamitardo alla libreria Umut, è stata portata davanti alla Corte costituzionale.

La Corte Suprema ha confermato l’assoluzione dei sottufficiali Ali Kaya e Özcan İldeniz e Veysel Ateş (che hanno confessato il delitto), colti in flagrante dopo aver bombardato la libreria Umut a Şemdinli (Şemzînan) nella provincia di Hakkari (Colemêrg) il 9 novembre 2005. Gli avvocati hanno portato l’assoluzione alla Corte Costituzionale (AYM).

Nel ricorso presentato alla Corte Costituzionale, i legali hanno affermato che “è inaccettabile ai sensi della Convenzione europea dei diritti dell’uomo e della Costituzione che i tribunali nazionali lascino senza sanzione questo reato, concedendogli l’impunità dopo che è stato accertato che funizonari dello Stato hanno deliberatamente ucciso, ferito o tentato di uccidere in un incidente”.

Che cosa è successo?

Il 9 novembre 2005 è stato compiuto un attentato dinamitardo contro la Libreria Umut a Şemdinli, nella provincia di Hakkari. La libreria apparteneva a Seferi Yilmaz, successivamente eletto sindaco della città.

Ali Yılmaz e Mehmet Zahir Korkmaz hanno perso la vita nell’attacco. I responsabili dell’attacco, i sottufficiali militari Ali Kaya e Özcan İldeniz e l’informatore Veyse Ateş, sono stati catturati da persone mentre fuggivano.

Nel veicolo degli autori sono stati trovati quattro faldoni di 300 pagine, comprendenti tre elenchi con scritti i nomi di 105 persone, oltre a schizzi, mappe, carte d’identità e permessi scritti. Un altro documento conteneva una foto di 18 potenziali candidati delegati del partito filo-curdo della società democratica (DTP).

 

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Il Comitato esecutivo centrale del partito DEM ha avvertito che gli attacchi contro gli operatori della stampa libera in Turchia e in Europa sono...

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...