Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Una nuova richiesta di HDP: lasciare il caso sulla chiusura a dopo le elezioni

HDP ha presentato un nuovo ricorso alla Corte Costituzionale, chiedendo che l’autodifesa verbale nel caso di chiusura sia rimandata a dopo le elezioni. Il Partito democratico dei Popoli (HDP) ha presentato un nuovo ricorso alla Corte Costituzionale (AYM), dove prosegue il caso presentato dalla Procuratore Capo della Corte Suprema d’Appello.

HDP si era rivolto alla Corte Costituzionale il 16 gennaio, chiedendo che il caso fosse discusso e che la decisione finale fosse rimandata a dopo le elezioni. A seguito del rigetto di questa domanda, HDP ha chiesto un rinvio di 3 mesi dell’udienza del caso e della data dell’autodifesa verbale a seguito dei terremoti centrati a Maraş. Valutando il ricorso, la Corte Costituzionale ha rinviato di un mese l’autodifesa verbale e ha fissato la data per l’11 aprile.

Dopo l’annuncio del calendario elettorale HDP ha presentato una seconda richiesta alla Corte costituzionale chiedendo che il caso di chiusura fosse rinviato a dopo le elezioni.

Nella motivazione della richiesta la commissione giustizia e diritti umani di HDP ha indicato il calendario delle elezioni che si terranno il 14 maggio e ha affermato che l’autodifesa verbale non è possibile durante la campagna elettorale.

Dopo le elezioni

Nel ricorso in cui venivano richiamate le precedenti sentenze della Corte Costituzionale in merito alla chiusura dei partiti politici, si rileva che un’eventuale decisione da adottare prima delle elezioni ostacolerebbe la volontà degli elettori. Nel ricorso si chiedeva di rinviare a dopo le elezioni la data dell’autodifesa verbale, decisa per l’11 aprile.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...