Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

 Figen Yüksekdağ: La legittimità delle donne può superare le roccaforti del potere oppressivo

Ricordando le proteste “Jin, Jîyan, Azadî” in Iran, Figen Yüksekdağ, ex co-presidente del Partito democratico dei popoli (HDP), ha dichiarato di concordare con l’opinione della maggioranza di HDP sulla nomina di una candidata donna per le elezioni presidenziali in Turchia . Le roccaforti più indistruttibili e incrollabili del potere oppressivo possono essere superate dalla giustificazione, dalla legittimità e dalla leadership delle donne, ha dichiarato domenica l’ex co-presidente del partito Figen Yüksekdağ in un’intervista ad Artı Gerçek.

Figen Yüksekdağ ha risposto alle domande da dietro le sbarre nella prigione di tipo F di Kocaeli, dove è detenuta dal 2016. Alla domanda sulle imminenti elezioni presidenziali in Turchia, ha condiviso le sue opinioni sulla decisione di HDP di candidarsi da solo e sui negoziati con l’ Alleanza Nazionale dell’opposizione, nota anche come la Tavola dei sei, guidata dal Partito repubblicano del popolo (CHP).

“Il discorso stabilito da tempo dal blocco dell’opposizione, e in particolare la mancanza di consultazione sulla questione di un candidato comune, ha aperto la strada alla decisione di HDP di nominare il proprio candidato”, ha affermato.

Figen Yüksekdağ ha convenuto che HDP ha preso la decisione giusta, anche se con un po’ di ritardo. Ha anche ricordato i blocchi sui conti di HDP del Tesoro. “Coloro che non esprimono sgomento per il caso di chiusura e il blocco dei conti del Tesoro del partito, o abbracciano la legittimità di HDP, dovranno affrontare le conseguenze”, ha affermato.

Il politico incarcerato ha anche affermato che sarà possibile invertire e indebolire gli attacchi del governo se il blocco dell’opposizione mostra una posizione forte. “Tutta l’opposizione deve unirsi senza distinzione di partito o alleanza per difendere il diritto del popolo di votare ed essere eletto”.

Ha sottolineato che è solo l’Alleanza Nazionale a dover rispondere alla domanda: “Perché non è apparso un candidato comune?”

Ricordando le proteste emerse in Iran, Figen ha affermato che queste hanno dimostrato che il grido di “Jin, Jîyan, Azadî!” (Donna, Vita, Libertà!) e il suo movimento cambia molto, anche contro la più bigotta e spietata delle dittature. Le roccaforti del potere oppressivo che sembrano più indistruttibili e incrollabili possono essere superate dalla giustificazione, dalla legittimità e dalla leadership delle donne.

“L’opinione della maggioranza di HDP è quella di nominare una candidata donna. Questa sarà la decisione più corretta e appropriata”, ha affermato.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Un tribunale turco ha rilasciato sotto controllo giudiziario la famosa avvocatessa Feyza Altun dopo la sua detenzione per la sue affermazioni sulla “sharia”, dopo...

Turchia

Ahmet Türk, il candidato co-sindaco del partito DEM a Mardin, ha chiarito le sue dichiarazioni riguardo al presidente Erdoğan. Ahmet, che ha affermato che...

Turchia

Non viene accolta la richiesta che il curdo, che ancora figura nei verbali parlamentari come “lingua sconosciuta”, diventi la lingua dell’istruzione. I dirigenti delle...

Turchia

ANKARA- Il microfono della deputata del partito DEM Beritan Güneş, che ha parlato in curdo all’Assemblea generale del Parlamento in occasione della Giornata mondiale...