Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Donne

Le donne lanciano la campagna per la studentessa scomparsa Gülistan Doku

La piattaforma delle donne di Ankara ha lanciato una campagna online con l’hashtag “#MinisterofJusticeWhereisGülistanDoku” per esprimere la preoccupazione per la lotta della famiglia della studentessa universitaria Gülistan Doku, scomparsa il 5 gennaio 2020 a Dersim.

La famiglia sta cercando di ottenere un appuntamento con il ministero della Giustizia. In poco tempo numerose persone si sono unite alla campagna pubblicando le foto della giovane donna.

“La famiglia di Gülistan Doku ha chiesto da 3 giorni un appuntamento con il ministero della Giustizia di Ankara, ma è stata oggetto di violenze da parte della polizia.

Perché il Ministero della Giustizia si rifiuta di parlare alla famiglia del destino della giovane scomparsa?

#MinisterofJusticeWhereisGülistanDoku. Continueremo a porre questa domanda fino a quando il ministero della Giustizia non acconsentirà a parlare con la famiglia della giovane. Perché il Ministero della Giustizia sta proteggendo i colpevoli piuttosto che la giovane donna scomparsa?” Lo ha chiesto in una nota la piattaforma delle donne di Ankara.

“Perché state ignorando una famiglia in lutto che cerca la propria figlia da 2 anni?” Lo ha chiesto Dilşat Canbaz, deputata di Istanbul del Partito democratico dei popoli (HDP).

“Continueremo a sostenere la famiglia di Gülistan, che è scomparsa da 783 giorni, nella loro ricerca di giustizia”, ha dichiarato sul suo account Twitter ufficiale l’Associazione degli avvocati per la libertà (ÖHD) di Ankara.

Numerose persone, organizzazioni femminili e organizzazioni non governative continuano a condividere post sui social media con lo stesso hashtag.

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...