Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

KCK: Il nostro obiettivo è la sconfitta del fascismo AKP-MHP e la liberazione di Öcalan

La co-presidenza del Consiglio Esecutivo della KCK (Unione delle Comunità del Kurdistan) ha rilasciato una dichiarazione in occasione del primo anniversario della campagna “Stop all’isolamento, all’occupazione e al fascismo – Tempo per la libertà”.

La dichiarazione pubblicata oggi include quanto segue:

12 settembre 2020.“È trascorso un anno dal lancio della nostra campagna “Stop all’isolamento, all’occupazione e al fascismo – Tempo per la libertà” . Nell’ultimo anno il governo fascista AKP-MHP ha continuato con l’isolamento e la guerra speciale contro Rêber Apo, ha ampliato la sua politica di occupazione e ha esercitato una forte pressione sulle donne e su diversi popoli. Allo stesso tempo, la nostra offensiva è diventata un evento storico che è stato costantemente intriso dello spirito del 14 luglio.

In connessione con l’offensiva lanciata dal KJK “No al femminicidio – È ora di difendere le donne libere e la società libera” ha acquisito una forza significativa e nel frattempo ha portato il governo fascista AKP-MHP – il nemico della libertà e della democrazia in Kurdistan e Medio Oriente – sull’orlo del collasso a causa dell’intensa lotta dell’anno passato. Nel 2020, il fascismo AKP-MHP ha intensificato i suoi attacchi di annientamento contro il popolo curdo e le forze democratiche in patria e all’estero.

Ha tentato di costringere i vari Stati della regione alla resa attraverso la sua politica di continui attacchi in Siria, Iraq, Libia e nel Mediterraneo orientale, imponendo loro l’espansione della sua egemonia in Medio Oriente e nel Mediterraneo. Con l’aiuto di questa politica di aggressione, ha ricattato le potenze internazionali e le ha spinte ad accettare la sua egemonia in Medio Oriente e nel Mediterraneo orientale. Con la sua occupazione di parti del Rojava e della Siria settentrionale e orientale, i suoi attacchi permanenti alle zone di difesa della Medya e in Iraq e le operazioni di occupazione in questa regione, l’invio di mercenari islamisti in Libia al fine di ottenere influenza politica e sostenendo l’Azerbaigian durante i suoi attacchi all’Armenia, lo Stato turco ha perseguito l’obiettivo di imporre la sua egemonia politica.

L’obiettivo fondamentale di tutti questi attacchi è aumentare il peso politico e il potere dello stato turco al fine di schiacciare il movimento di liberazione curdo e completare il genocidio curdo.Lo stato turco ha completamente orientato la sua politica interna ed estera verso questo unico obiettivo. Abbiamo lanciato la nostra offensiva “Stop all’isolamento, all’occupazione e al fascismo – tempo per la libertà” in un anno durante il quale il governo fascista dell’AKP-MHP ha perseguito tali politiche e ha condotto attacchi intensivi. Alla luce degli sviluppi dell’ultimo anno, possiamo affermare chiaramente che la nostra offensiva ha ottenuto un grande successo e ha portato a risultati importanti.

In questo contesto, ricordiamo rispettosamente tutti coloro che sono caduti come sehits e salutiamo tutti coloro che hanno contribuito al successo della nostra offensiva.

La nostra offensiva ha portato a un’alleanza pratica ea un fronte comune di lotta dei popoli e delle forze democratiche contro il fascismo AKP-MHP in Kurdistan, Turchia e Medio Oriente. Questo rappresenta uno sviluppo molto importante. Attraverso questo, la nostra offensiva lanciata il 12 settembre 2020 con lo spirito del 14 luglio ha iniziato una nuova fase nella lotta contro il fascismo AKP-MHP.

Attraverso la lotta che si è sviluppata nel quadro di questa offensiva, è stato svelato il vero volto del governo AKP-MHP, che sta cercando di nascondere con l’aiuto della sua guerra speciale. Ciò ha rafforzato la lotta contro il governo dell’AKP-MHP in patria e all’estero. Grazie al coraggio che la nostra offensiva ha fornito, non solo i curdi, ma anche diversi popoli, donne, circoli sociali e forze democratiche in Kurdistan, Turchia, Medio Oriente e in tutte le parti del mondo si sono attivati contro il colonialismo genocida. Una lotta così ampia e ininterrotta ha letteralmente costretto il governo AKP-MHP ad abbandonare la sua posizione offensiva ea passare alla difesa.La sua attuale furia offensiva non è altro che un disperato tentativo di prevenire il proprio crollo.

Attraverso l’intensa lotta per la distruzione del fascismo, la fine dell’isolamento e la liberazione di Rêber Apo, la lotta per la libertà di Rêber Apo ha raggiunto un livello significativo. Hanno capito che la lotta per la libertà di Rêber Apo è la forma più concreta e diretta della lotta per la democrazia. Di conseguenza, la lotta per la libertà di Rêber Apo in Kurdistan, Turchia e Medio Oriente si è rafforzata e ha raggiunto un livello importante. Oggi, la lotta per la libertà di Rêber Apo è una lotta globale sostenuta da tutte le donne, socialiste, lavoratrici, intellettuali e forze democratiche. La politica di isolamento su Imrali è un tentativo di isolare le idee di Rêber Apo e la linea democratico-socialista che ha sviluppato, che si basa sulla libertà delle donne e su una società democratica-ecologica. Tuttavia oggi i suoi pensieri sono diventati un’ideologia e una linea politica che sta guadagnando sempre più influenza in tutto il mondo. Indubbiamente la guerriglia ha partecipato con tutte le sue forze a questa offensiva.

Attraverso la sua resistenza disinteressata contro gli attacchi ampi e pesanti del nemico genocida e colonialista, la guerriglia ha dato grande coraggio a tutti coloro che stanno combattendo contro il fascismo AKP-MHP. Il governo fascista dell’AKP-MHP sta attaccando le zone di difesa del Kurdistan settentrionale e della Medya per tenersi in piedi e rimuovere tutti gli ostacoli al genocidio curdo. La resistenza storica e disinteressata della guerriglia contro questi attacchi ha fatto fallire gli obiettivi politici del fascismo AKP-MHP e ha così dato il maggior contributo possibile alla nostra offensiva “Time for Freedom”. La guerriglia resiste con la consapevolezza che questo governo genocida, colonialista e fascista è ostile all’esistenza stessa del popolo curdo ea tutte le forme di libertà e democrazia. Con pieno rispetto, ricordiamo tutti i combattenti per la libertà che hanno partecipato alla resistenza con questa consapevolezza e sono caduti come sehit. La nostra offensiva ha scosso e indebolito il governo AKP-MHP nel corso dell’ultimo anno e lo ha portato sull’orlo del collasso.Tuttavia, il suo crollo non è stato ancora completamente raggiunto. L’isolamento su Imrali è stato complessivamente indebolito. È stato privato della sua utilità e fondamento. Importanti sviluppi sono stati così realizzati per la libertà di Rêber Apo.

Ma l’isolamento di Rêber Apo continua. Attraverso la nostra offensiva, anche l’atteggiamento e la lotta del popolo contro l’occupazione dello stato turco genocida e colonialista sono diventati chiari. Tuttavia, continuano anche l’occupazione e gli attacchi. Nel secondo anno, la sconfitta del fascismo AKP-MHP, la libertà fisica di Rêber Apo e la fine dell’occupazione in tutte le parti del Kurdistan continuano ad essere gli obiettivi fondamentali della nostra offensiva. Il rovesciamento del governo AKP-MHP non solo porterà alla democratizzazione della Turchia e alla risoluzione della questione curda, ma consentirà anche la democratizzazione del Medio Oriente. In questo senso, è l’occasione storica e il compito del popolo curdo e di tutte le forze democratiche distruggere il fascismo dell’AKP-MHP.

Attraverso la loro lotta sulla base della linea di Rêber Apo, solo i curdi e i popoli e le forze democratiche ad essi alleati sono in grado di risolvere i problemi in Kurdistan, Turchia e Medio Oriente, che attualmente sembrano irrisolvibili e hanno portato a una situazione senza speranza.

E solo loro sono in grado di costruire un sistema democratico alternativo. Pertanto, invitiamo tutto il popolo curdo in tutte e quattro le parti del Kurdistan e all’estero, tutti i nostri concittadini e tutte le forze democratiche a unire ancora di più le loro forze sotto la guida delle donne e dei giovani nel secondo anno della campagna “Timpo per la libertà” offensiva, per intensificare la loro lotta su questa base, per liberare Rêber Apo schiacciando il governo fascista AKP-MHP e per creare un Kurdistan libero, una Turchia democratica e un Medio Oriente democratico”.

 

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Un tribunale turco ha rilasciato sotto controllo giudiziario la famosa avvocatessa Feyza Altun dopo la sua detenzione per la sue affermazioni sulla “sharia”, dopo...

Turchia

Ahmet Türk, il candidato co-sindaco del partito DEM a Mardin, ha chiarito le sue dichiarazioni riguardo al presidente Erdoğan. Ahmet, che ha affermato che...

Turchia

Non viene accolta la richiesta che il curdo, che ancora figura nei verbali parlamentari come “lingua sconosciuta”, diventi la lingua dell’istruzione. I dirigenti delle...

Turchia

ANKARA- Il microfono della deputata del partito DEM Beritan Güneş, che ha parlato in curdo all’Assemblea generale del Parlamento in occasione della Giornata mondiale...