Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Appelli

Petizione per il sacerdote siriaco condannato al carcere in Turchia

Una petizione è stata lanciata per il sacerdote Bileçen, condannato al carcere: “Chiediamo al governo di far cadere tutte le accuse contro il monaco, che ha agito soltanto secondo i suoi valori e ha dato pane e acqua a chi lo ha chiesto”.

Posto in detenzione come parte di una “indagine sul terrorismo” nel distretto di Nusaybin a Mardin e arrestato per un breve periodo nel 2020, il sacerdote della Chiesa di Mor Yakup, Aho (Sefer) Bileçen è stato condannato a 2 anni e 1 mese di prigione all’inizio di aprile nel processo in cui era stato accusato di “aiutare l’organizzazione”.

Organizzazioni e politici siriaci in Europa hanno lanciato una petizione per Bileçen affermando: “Chiediamo la libertà per il monaco Aho, Sefer Bileçen”. Come riportato da Gazete Sabro, la petizione lanciata su change.org in tedesco, francese e inglese recita come segue:

“Il monaco Aho Sefer Bileçen è stato arrestato il 09.01.2020 per presunto sostegno terroristico del PKK nella Turchia orientale, a Tur Abdin.

Il 07.04.2021 è stato condannato in contumacia a 2 anni e 1 mese di reclusione. Il suo reato è stato quello di aver consegnato ‘pane e acqua’ su richiesta di due sconosciuti nella calda estate del 2018. Queste persone si sono successivamente rivelate membri del vietato PKK.

“Chiediamo che il governo turco lo rilasci e lasci cadere tutte le accuse contro il monaco, che ha agito solo secondo i suoi valori e ha dato pane e acqua a chi lo chiedeva”.

* Clicca qui per leggere / firmare la petizione

 

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

La deputata del partito DEM Ceylan Akça-Cupolo chiede un’indagine sullo sfollamento forzato della popolazione di Sur avvenuto dopo la distruzione del quartiere storico. Il...

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....