Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Interviste

Meral Danış Beştaş: Più attaccano, più HDP cresce

Meral Danış Beştaş, parlamentare del Partito democratico dei popoli (HDP) per Siirt (Sêrt), ha parlato all’agenzia della crescente oppressione dello stato turco contro l’HDP, soprattutto dopo i tentativi legali di bandire il partito.

Meral ha sostenuto che c’è un tentativo di spingere il partito fuori dalla politica, usando vari metodi. Ha aggiunto che l’accusa all’ufficio del pubblico ministero per la chiusura della partito è stata inizialmente respinta perché non conteneva prove di un crimine. Ha anche osservato che l’arresto del deputato di HDP Ömer Faruk Gergerlioğlu è inaccettabile e ha invitato tutte le forze democratiche ad aumentare la lotta contro gli attacchi nei confronti di HDP e ai suoi parlamentari eletti.

Recentemente, gli attacchi dell’AKP (Partito della giustizia e dello lo sviluppo) e dell’MHP (Partito del movimento nazionale) contro HDP si sono intensificati. Qual è lo scopo di questi attacchi?

Da molto tempo c’è stato un attacco sistematico da parte del governo contro l’HDP. Il piano di distruzione, iniziato prima del processo del 7 giugno e proseguito dopo il processo di soluzione interrotto, è ancora attivo. Gli attacchi hanno motivazioni diverse. Gli attacchi contro il nostro partito, i nostri co-presidenti o il popolo vengono effettuati con una mentalità politica. Questi attacchi non hanno nulla a che fare con la legge, i reati e gli atti criminali. Questi attacchi sono aumentati di più di recente. Se non ci sono elezioni anticipate, ci saranno elezioni ordinarie nel 2023. Il governo continua i suoi preparativi per queste elezioni. Il loro unico obiettivo è riuscire a mantenere il loro potere. L’AKP-MHP vuole mantenere il suo regime oppressivo e totalitario. Stanno cercando di spingere il nostro partito fuori dall’arena della politica democratica. Il nostro partito ha un ruolo decisivo nelle elezioni, come hanno dimostrato i risultati delle elezioni del 31 marzo, 24 giugno e 7 giugno. Il governo vuole usare la cosiddetta magistratura come mezzo di pressione invece di competere con noi nelle elezioni e alle urne.

Pensa che questo attacco abbia una dimensione internazionale?

Non trovo sufficienti gli atteggiamenti dei paesi europei membri e degli altri Stati nei confronti di questi attacchi. Stiamo anche continuando il nostro dialogo diplomatico. Partecipiamo tutti agli incontri con la nostra commissione per le relazioni estere. Condividiamo con loro le nostre opinioni. Mentre il blocco AKP-MHP ci attacca, fa anche promesse diverse al mondo esterno dicendo “la nostra direzione è verso l’Europa”, ma allo stesso tempo innescando la tensione con gli Stati Uniti sugli S-400.

È ovvio che il mondo non ha mostrato la risouzione necessaria verso l’AKP-MHP a causa delle loro relazioni diplomatiche, dei loro interessi internazionali, delle relazioni commerciali e degli accordi sulle armi per la ridistribuzione o la condivisione delle risorse del Medio Oriente. Sfortunatamente, questo si riflette anche nella politica interna. L’ultima dichiarazione ufficiale della Germania è stata molto arrogante e troviamo inaccettabile che usino un linguaggio come “distanza dalle organizzazioni illegali e” terrorismo “, che è lo stesso discorso che l’AKP ha usato contro di noi. Tentano di criminalizzare il nostro partito, ma nessuno ha raggiunto questo obiettivo.

Come valuta l’atteggiamento del pubblico nei confronti di questi attacchi? C’è stata una diminuzione o un aumento dei vostri consensi?

C’è un grande sostegno e solidarietà da parte della gente. Osserviamo sul campo che il nostro consenso aumenta, il sostegno e la solidarietà aumentano di giorno in giorno. L’ultimo esempio di ciò è stato che milioni di persone hanno partecipato al Newroz e hanno sostenuto HDP nonostante tutti i tipi di pressioni, minacce di arresto e ostacoli. Uno dei principali obiettivi del governo è isolarci dalla gente. Tuttavia, gli elettori di HDP sono consapevoli di tutto. Conoscono bene lo scopo dell’oppressione contro il nostro partito. Vediamo che stiamo diventando più forti e stiamo crescendo ancora di più nei sondaggi. In effetti, più attaccano, più sono deboli; più attaccano, più cresce HDP. Gli attacchi contro di noi non ci indeboliscono. Dopotutto, siamo membri, leader e pionieri di una lotta legittima e legittima.

Nel caso di chiusura avviato contro HDP, la Corte Costituzionale ha restituito il fascicolo all’ufficio del pubblico ministero. Come valuta la rilevante situazione?

Questa è stata una decisione puramente politica. Dopo tutto, il tentativo di chiudere il nostro partito non era su una base legale. Questo atto d’accusa è stato preparato in brevissimo tempo e non si adattava ai criteri di un atto d’accusa adeguatamente preparato. Era un atto d’accusa pieno di informazioni false e irreali preparate da un membro di parte della magistratura. Lo hanno inviato alla Corte Costituzionale che naturalmente lo ha respinto. I governanti hanno visto molto chiaramente il Newroz. HDP in questo senso non farà un passo indietro e continueremo la nostra lotta.

Lo status di parlamentare del deputato HDP Ömer Faruk Gergerlioğlu è stato revocato e poi lui è stato arrestato. In qualità di avvocato, qual è lo scopo di questo arresto in termini di diritto internazionale?

ll caso del nostro deputato Ömer Faruk Gergerlioğlu è illegale sin dall’inizio. Non ha assolutamente alcuna relazione con le leggi, non ha niente a che fare con la legge.

Una volta ha ritwittato e condiviso una post di prima di essere eletto. Questo articolo che ha condiviso riguardava la richiesta di pace. Questo post su Twitter rientra nell’ambito della libertà di pensiero e di espressione. Invece di chiudere il fascicolo, è stato inviato alla Corte Suprema ed è stato rapidamente approvato e inviato al parlamento. Con un attimo di preavviso il parlamento è intervenuto e lo ha privato del suo status di deputato. Una decisione politica dall’inizio alla fine. Per la prima volta un parlamentare è stato arrestato attraverso un’operazione parlamentare. Questo mostra anche l’atteggiamento dell’AKP nei confronti di HDP. Rivela la loro intolleranza ed i metodi per mettere a tacere coloro che difendono la libertà e la verità. Sono ostili alla verità.

Che tipo di progetti avete contro questi attacchi per il prossimo periodo, compreso il tentativo di chiudere HDP?

Continueremo la nostra lotta senza fermarci. La nostra determinazione in materia è molto chiara. Continueremo la lotta insieme a vari segmenti della società che sono democratici, di sinistra, socialisti e religiosi, insieme a tutti i gruppi che sono a favore dei diritti, della giustizia, delle libertà e della democrazia. Continueremo a sostenere la soluzione democratica del problema curdo e le richieste dei curdi di questo paese di essere trattati come cittadini con pari diritti e libertà. Dopotutto, abbiamo un regime individuale che cerca di mantenere il suo potere con l’oppressione. Tentano di mettere a tacere la società. Contro tutto questo, è necessario lavorare per l’unità e la solidarietà tra le persone. L’anello intorno a noi cresce gradualmente, la rete di solidarietà si allarga e cresce anche la nostra forza parallelamente alla crescente solidarietà. Continueremo il nostro percorso insistendo sulla politica democratica mantenendo la nostra linea di lotta.

Nella prossima settimana avremo incontri con i co-presidenti provinciali, il Consiglio delle donne e altri comitati. La nostra campagna Giustizia per tutti continua. Non solo il governo, ma anche la pandemia crea un ambiente stimolante per la nostra campagna politica, ma facciamo del nostro meglio per evidenziare la lotta con nuove campagne. D’altra parte, il nostro consiglio delle donne ha lanciato una nuova campagna. Incontreremo le donne nelle aree contro l’impoverimento delle donne. In altre parole, continueremo la nostra campagna per la giustizia per tutti in materia di lavoro, economia e altri argomenti politici.

Soprattutto quali sono i vostri preparativi alternativi in caso di bando permanente dell’HDP?

Prima di tutto HDP non verrà chiuso. Ci credo. La mia è convinzione non è solo desiderio. Di conseguenza, HDP è un partito che riceve il 15% dei voti totali in Turchia. Ciò significa milioni di persone. Siamo il terzo partito più grande in parlamento. Siamo pronti a continuare la politica civile contro ogni possibilità. Non abbiamo problemi a questo proposito. Vorrei rivolgere il seguente appello alle persone che difendono la democrazia in Turchia. Questo governo ha decisamente esaurito il tempo. Non dovreste provare paura, ansia o alcun tipo di disperazione. Insieme siamo molto più potenti di questo potere dominante.

 

 

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

MERSİN – Intervenendo all’incontro delle donne, la politica curdo Sebahat Tuncel ha sottolineato che la pratica del fiduciario è diventata un regime e colpisce...

Iraq

ll dottor Kamuran Berwarî ha affermato che la Turchia sta prendendo di mira l’invasione con attacchi nella regione federata del Kurdistan e ha affermato:...

Libertà per Öcalan

L’isolamento del leader del PKK Abdullah Öcalan sarà oggetto di discussione in una conferenza che sarà organizzata nell’ambito della 56a sessione sui diritti umani...

Rassegna Stampa

MEDIO ORIENTE. Mehmet Rüstü Tiryaki, co-vicepresidente del partito Dem a pochi mesi dal voto amministrativo in Turchia: «La protesta di massa dei cittadini di Van...