Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Appelli

L’HDP chiama alla protesta rumorosa contro l’amministrazione forzata

Dopo la destituzione dei co-sindaci di altri sette città curde l’HDP chiama alla protesta rumorosa. Nelle proteste di strada a Êlih sono state arrestate 16 persone.

Il comitato esecutivo centrale del Partito Democratico dei Popoli (HDP) ha rilasciato una dichiarazione sulla destituzione di altri sindaci nei comuni curdi avvenuta lunedì mattina.

Nella dichiarazione l’HDP fa notare che la recente „crociata politica di annientamento contro il nostro partito e la volontà dell’elettorato” avviene in un periodo in cui per rispetto della salute della popolazione sono stati disdetti i festeggiamenti per il Newroz e le amministrazioni comunali guidate dall’HDP sono completamente impegnate a combattere la pandemia da coronavirus. Mentre tutto il mondo lotta contro questa pandemia, in Turchia resta in primo piano il consueto atteggiamento anti-curdo.

„Invitiamo la popolazione e tutte e tutti gli iscritti al partito a una protesta rumorosa alle finestre e sui balconi alle ore 20.00. Invitiamo tutte le forze della democrazia a contribuire a questa protesta e a rafforzare la lotta contro il governo dell’AKP. Il governo durante la pandemia ignora i diritti di chi lavora. Non tiene conto della volontà della popolazione e per l’umanità è tanto pericoloso quanto il virus“, così l’HDP.

39 di 65 municipi curdi sono sotto amministrazione forzata

L’HDP nelle elezioni comunali del 31 marzo 2019 ha vinto in otto metropoli, 45 distretti e capoluoghi di provincia e dodici comuni. Lunedì è stato revocato il mandato ai co-sindaci di Êlih (Batman), Farqîn (Silvan), Licê (Lice) e Erxenî (Ergani) e successivamente a Norşîn (Güroymak) nella provincia di Bedlîs (Bitlis) e nel comune di Cuwanîka (Gökçebağ) nella provincia di Sêrt (Siirt) sono governate in amministrazione forzata.

Il co-sindaco del capoluogo di provincia Licê, Tarık Mercan (HDP), è stato arrestato a Amed (Diyarbakir).

Fonte: ANF

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

L’Associazione per i Diritti Umani è un’organizzazione volontaria per i diritti umani, indipendente dallo Stato, dal governo e dai partiti politici, che osserva le...

Turchia

L’organizzazione provinciale di Qers (Kars) del Partito Dem ha chiesto al comitato elettorale provinciale di annullare le elezioni in città. Il Partito per l’uguaglianza...

Turchia

WAN – Le proteste sono iniziate in tutta la città dopo che Abdullah Zeydan, che ha vinto le elezioni per la carica di co-sindaco...

Turchia

Affermando che il diritto di essere eletto del co-sindaco della municipalità metropolitana di Van, Abdullah Zeydan, è stato usurpato per ordine del ministro della...