Connect with us

Hi, what are you looking for?

Retekurdistan.it
Retekurdistan.itRetekurdistan.it

Turchia

Le famiglie visitano i prigionieri a Imrali

Per la prima volta dopo sei mesi i famigliari hanno visitato i prigionieri di Imrali Abdullah Öcalan, Ömer Hayri Konar e Veysi Aktaş sull’isola carcere turca. Lo ha affermato lo studio legale di Istanbul Asrin che rappresenta tutti i prigionieri.

Come fa sapere lo studio legale Asrin, le famiglie hanno visitato i loro famigliari prigionieri a Imrali. Per la prima volta dopo sei mesi in isolamento totale, Abdullah Öcalan e gli altri prigionieri Ömer Hayri Konar e Veysi Aktaş sull’isola carcere nel Mar di Marmara hanno potuto ricevere una visita dei loro parenti. Lo ha reso noto via Twitter lo studio legale di Istanbul che rappresenta Abdullah Öcalan fin dalla sua deportazione dal Kenya in Turchia di 21 anni fa in violazione della legalità internazionale, e gli altri tre prigionieri a Imrali.

Per quali ragioni non abbia ricevuto visita degli famigliari Hamili Yıldırım non è chiaro. Anche sulle condizioni di salute e le condizioni di sicurezza dei prigionieri a Imrali non ci sono ancora informazioni.

Giovedì scorso il governo turco aveva fatto sapere che a Imrali c’era stato un incendio. La preoccupazione della società curda per Öcalan e i prigionieri che si trovano con lui, si era quindi scaricata nelle piazze. In particolare per il fatto che le autorità da agosto negano l’accesso all’isola a famigliari e avvocati, per giorni ci sono state proteste in tutto il mondo.

Fonte: ANF

5X1000 a UIKI Onlus

5 x Mille a
Ufficio di Informazione del Kurdistan In Italia Onlus
Codice Fiscale: 97165690583

IBAN: IBAN: IT89 F 02008 05209 000102651599
BIC/ SWIFT:UNCRITM1710

Potrebbero interessarti anche:

Turchia

Condanne durissime contro l’Hdp. 42 anni a Demirtas, l’unico in grado di ridare forza e unità alla sinistra turca e curda. Prima del verdetto...

Turchia

Gültan Kışanak, Ayla Akat Ata, Meryem Adıbelli, Ayşe Yağcı e Sebahat Tuncel sono di nuovo libere. Ma non si sentono veramente libere. Dopo aver...

Turchia

Sara Kaya, ex co-sindaco del distretto di Nusaybin a Mardin, è stata rilasciata dal carcere il 9 maggio dopo un lungo periodo di detenzione....

Turchia

Un gruppo di 159 accademici, scrittori, parlamentari e avvocati ha chiesto il rilascio delle persone imprigionate nel processo di Kobanê e ha affermato: “Questo...