Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Retekurdistan.it | 22 novembre 2019

Seleziona una pagina:
Scroll to top

Top

Manifestazione nazionale 1° novembre a Roma #controlaGuerra #IostoconiCurdi

 

Alle ore 15:00 del 9 ottobre la Turchia ha iniziato l’attaco di invasione del Nord – Est della Siria, il Rojava, provando a distruggere quello che curdi, armeni, arabi, assiri e turcomanni, cristiani, siriaci hanno costruito insieme.

Questi popoli sono il simbolo mondiale della resistenza all’ Isis e in un Paese martoriato da anni di guerra civile sono riusciti a dare vita ad un sistema.

Questa invasione viene portata avanti con il pretesto di un presunto problema di sicurezza e di pericolo per la Repubblica Turca ma da quando ha avuto inizio il conflitto in questa regione, ossia a Marzo 2011, nessun tipo di iniziativa o attacco sono stati intrapresi né contro il confine, né tanto meno contro la Turchia.

L’Italia, l’Europa e la comunità internazionale tutta non possono restare indifferenti. Deve essere compiuto con effetto immediato ogni sforzo possibile per bloccare immediatamente l’invasione della Turchia in Siria.

La situazione è molto grave, l’aviazione turca ha ripetutamente bombardato aree civili, prendendo di mira scuole ed ospedali mentre si segnala che sarebbero presenti indizi relativi all’ utilizzo di armi chimiche al fosforo nella città di Serekaniye.

Ci sono già oltre 275 mila sfollati e nel frattempo, i miliziani di Daesh stanno scappando dalle prigioni e si stanno riorganizzando.

Con questo appello invitiamo a scendere in piazza il 1° novembre a Roma ore 14 Piazza Repubblica, per chiedere:

• Fermare definitivamente la guerra e il ritiro immediato delle truppe della Turchia dal Nord – Est della Siria
• l’istituzione di una No-Fly-Zone nel Nord – Est della Siria sotto l’egida delle Nazioni Unite e della comunità internazionale e lo schieramento di una forza di interposizione
• fermare la cooperazione militare e diplomatica dell’Italia e dell’Unione Europea con la Turchia
• la creazione di un corridoio umanitario per l’evacuazione dei feriti dalle zone di guerra
• la liberazione immediata di Abdullah Ocalan in quanto unica persona in grado di ristabilire la pace nel territorio, dei Co-presidenti dell’HDP Selahattin Demirtaş e FigenYüksekdağ e di tutti gli oppositori politici rinchiusi nelle carceri Turche.
Contro la guerra e al fianco del popolo curdo, per l’umanità e contro la barbarie!

 

Promuovono:

Uiki Onlus- Ufficio d’informazione del Kurdistan in Italia

Comunità curda in Italia

Rete Kurdistan Italia

Per adesioni inviare una mail: info.uikionlus@gmail.com, info@retekurdistan.it

 

Prime adesioni (aggiornamento 31 ottobre, in ordine di ricevimento):

ARCI

Sinistra Italiana

FIOM Nazionale

COBAS Confederazione dei Comitati di Base

Un Ponte per

Articolo UNO

Giuristi Democratici

ANPI Nazionale

Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea

DiEM25 Italia (Democracy in Europe Movement 2025)

èViva

Rete delle Donne per la Rivoluzione Gentile

Non Una di Meno

Tavola della pace

Rete No Bavaglio

Associazione Senza Confine

Fondazione Nilde Iotti

Coordinamento Italiano Sostegno Donne Afghane (CISDA)

ANPI Roma

Associazione Donne del Mondo di San Giovanni in Persiceto

Unione Montana Valle Susa

Progetto Diritti onlus

Alternativa Libertaria/fdca

Associazione Verso il Kurdistan

Casa Internazionale delle Donne

E Zezi Gruppo Operaio

Cooperazione Rebelde Napoli

Federazione Italiana C.E.M.E.A. (Centri di Esercitazione ai Metodi dell’Educazione Attiva)

Sciamadonne – Gruppo di Ricerca Sciamanica Europea

Rete Kurdistan Puglia

PALERMO solidale con il popolo curdo

Rete Kurdistan Abruzzo

Rete Kurdistan Barletta

Lista Civica Laboratorio Civico X

Cobas Terni

èViva Comitato di Roma capitale

Non Una Di Meno Napoli

Non Una di Meno Roma

Lucha y Siesta, Roma

Aurelio in Comune

Brigate di Solidarietà Attiva

LOA Acrobax Project

BSA Nazionale

Centro Donne Dalia – Roma

Jineoloji Italia

Focus – Casa dei Diritti Sociali

Comitato Kurdistan a Firenze

Assemblea Beni Comuni / Diritti

CSOA “Angelina Cartella” di Reggio Calabria

Rete Jin e Jineoloji Napoli

Associazione network Educare Alle Differenze

Associazione Cultura è Libertà

Comitato Madri per Roma Città Aperta

L’Assemblea delle Donne del Consultorio del Trullo

La Palestra Popolare Baccelli

Wen-Do Roma, Luna e le Altre (Roma)

L’associazione di promozione sociale Latte, Amore e Fantasia di Potenza

CSOA Strike Spa

Fridays for future Roma

CSOA La Strada

Casetta Rossa Spa

Link Roma 3

Sinistra Italiana Roma Area Metropolitana

CNCA Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza

Làbas

Tpo

YaBasta Bologna

Azione Civile – movimento politico

Casa della Pace

Unione Sindacale di Base U.S.B.

Servizio Civile Internazionale (SCI Italia)

PMLI

Rifondazione Comunista della Valle d’ Aosta

Attac Italia

Rete jin Bologna

Coordinamento Donne Cobas del Lavoro Privato

Cagne Sciolte

Rete delle Città in Comune

Rete della Conoscenza,

Dell’Unione degli Studenti e di Link – coordinamento universitario

CSOA AURO E MARCO e Laboratorio Femminista

Centro Popolare Autogestito CPA-Fi sud

Cantiere sociale Camilo 100fuegos

Collettivo politico di Scienze Politiche

Collettivo di Studi Umanistici e della Formazione Krisis

Rete dei collettivi Firenze

NonUnadiMeno Firenze

IAM-Iniziativa Antagonista Metropolitana Firenze

Rete Kurdistan Toscana

Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

Wilpd-Italia

Csoa Ex Snia

Associazione Ponte Donna

Il Giardino popolare dei Castelli Romani

Non Una di Meno Castelli Romani

Rete della Pace

CGIL Nazionale

Il movimento europeo

Associazione Ya Basta!Edi Bese!

Centri Sociali del Nord Est

Università per la pace delle Marche

Action diritti in movimento/Spintime Labs Roma

Associazione  culturale  L’isola Delle Correnti di Fiumicino

Partito Democratico PD

ANPI Rogoredo

Cooperativa Rimaflow Fuorimercato

Associazione Nazionale del Libero Pensiero “Giordano Bruno”

AUSER

CGIL  –  Camera del Lavoro Roma nord Civitavecchia Viterbo

CREMONA FOR ROJAVA – donne e uomini per la pace e la solidarietà in Siria e Medioriente

Wu Ming – Collettivo di scrittori

Rivista Malamente

Amministrazione Comunale di Frascati, con la partecipazione dei seguenti amministratori:

Sindaco Roberto Mastrosanti;

Presidente del Consiglio Comunale Franco D’Uffizi;

Assore alle Politiche Sociali Alessia De Carli;

Assessore LL.PP. Gelindo Forlini;

Consigliere Comunale Paola Gizzi;

Consigliere Comunale Matteo Angelantoni;

Consigliere Comunale Olga Masi;

Consigliere Comunale Roberto Gherardi De Candei;

Consigliere Comunale Francesca Sbardella;

Consigliere Comunale Raffaele Pagnozzi;

Consigliere Comunale Lucia Santoro;

Consigliere Comunale Gianluca Travaglini.

 

Adesioni individuali:

Mario Angelelli

Arturo Salerni

Marlène Micheloni

Bianca Maria Brambilla

Licia Conte

Anna Carla Salinari

Pasquale Ruzza

Andrea ‘Mondocane’ Cota Veeblefetzer (gruppo musicale)

Adriana Buffardi

Isabella Collodi

Paola Lauricella

Mirella Arcamone

Antonella Pozzi

Teresa Bausano

Giovanni Paglia, ex deputato SI

Alessandra Mecozzi

Francesca Nava, giornalista Rai3

Gianni Sartori (giornalista)

Cristina Russo

Luigi Ficarra

Francesca Mariani

Paola Gizzi consigliere comunale di Frascati

Elena Gagliasso

Massimiliano Smeriglio deputato Europeo